25 novembre, una battaglia di civiltà contro la violenza sulle donne

In maniera unitaria i sindacati Cgil, Cisl e Uil partecipano alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne con due iniziative: “Il coraggio delle donne” a Fratta Polesine e “Non lasciamoci sole” a Rovigo

Venerdì 25 novembre ricorre la ‘Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne’, istituita nel 1999 dalle Nazioni Unite, e come ogni anno Cgil Cisl e Uil vivono questa giornata come un appuntamento istituzionalmente fondamentale allo scopo di continuare a combattere una battaglia sociale, culturale e politica purtroppo ancora d’estrema attualità.

Infatti le donne uccise in Italia, dall’inizio del 2022 sono più di 100, di cui 82 in ambito familiare per mano di mariti, compagni, ex, questo significa che è ancora molta la strada da fare, a livello istituzionale ma anche e soprattutto culturale per combattere questo fenomeno indegno di una società civile (LEGGI I DATI IN VENETO).

“Come organizzazioni sindacali ci impegniamo ogni giorno per contrastare la violenza sulle donne che si manifesta anche sui luoghi di lavoro in molteplici modi: violenze e molestie fisiche o psicologiche ma anche discriminazioni, disparità di trattamento economico, ostacoli alla progressione di carriera, difficoltà di conciliazione con le esigenze di cura familiare. Lo facciamo a vari livelli, coinvolgendo in questo le associazioni dei datori di lavoro: dalla contrattazione collettiva, inserendo norme e strumenti atti a contrastare violenze e molestie sui luoghi di lavoro, percorsi formativi per lavoratori e lavoratrici su questi temi, ma anche a livello individuale aiutando le donne che si rivolgono a noi denunciando problematiche di questo tipo, sostenendole con appositi sportelli mobbing e benessere psicologico oppure intervenendo con le aziende secondo quanto previsto dalla normativa a tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Con la Consigliera di Parità di Rovigo Loredana Rosato organizziamo assemblee nei luoghi di lavoro per far conoscere il “Protocollo sulla lotta alle discriminazioni di genere e sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro”, sottoscritto da Cgil Cisl e Uil, insieme alla Consigliera di Parità provinciale e ad associazioni datoriali ed enti pubblici e privati della Provincia di Rovigo, con lo scopo di garantire una informazione – formazione di genere per rendere i lavoratori maggiormente sensibili e consapevoli rispetto alle problematiche della parità di genere negli ambienti di lavoro. Durante questi incontri si parla di mobbing, molestie e violenze sui luoghi di lavoro, ma anche di tutela della maternità e paternità, conciliazione tempi lavoro famiglia, congedi per chi subisce violenza.

In questi giorni parteciperemo unitariamente alle diverse attività promosse sul territorio e tra queste l’iniziativa organizzata dalla Consigliera per le pari opportunità della Provincia di Rovigo dal titolo “Il coraggio delle donne” che si terrà sabato 26 novembre alle 1530 a Villa Badoer a Fratta Polesine e il convegno intitolato “Non lasciamoci sole” organizzato dalla Consigliera di Parità con la partecipazione della Consulta degli studenti che si terrà il 29 novembre alle ore 9,00 al Salone del Grano di Rovigo.

Le organizzazioni sindacali in questa battaglia di civiltà, anche culturale, sono state e saranno sempre presenti” concludono Elisa Cavallaro per la Cgil di Rovigo, Stefania Botton per Cisl Padova Rovigo e Simonetta Varagnolo per Uil Rovigo.

Ultime notizie