A Canaro nasce il Comitato contro la centrale a biometano

Si costituisce il Comitato di cittadini contro il progetto. 13 dicembre serata con esperti in materia di salute e ambiente al Teatro di Canaro

CANARO (Rovigo) – Nella giornata di venerdì 1 dicembre 2023 si è costituito a Canaro il Comitato cittadino spontaneo “Salute e territorio per il futuro di Canaro”, nato come naturale risposta da parte di un gruppo di cittadini alla recente notizia riguardante la possibile realizzazione di un impianto a biometano a Canaro.

L’obiettivo del Comitato è quello di supportare e favorire una corretta e capillare diffusione delle informazioni riguardanti in particolare le ripercussioni che il progetto potrebbe avere sulla salute dei cittadini, a livello ambientale e, più in generale, sulla qualità della vita degli abitanti di Canaro.

Proprio per offrire le informazioni necessarie alla comprensione degli effetti del progetto, il Comitato ha organizzato per la serata di mercoledì 13 dicembre 2023, alle ore 20.30, presso il Teatro Comunale di Canaro, una conferenza che attraverso la partecipazione di esperti e tecnici in diversi settori, come il prof. Gianni Tamino, docente di biologia generale e fondamenti di diritto ambientale dell’Università di Padova e membro del Comitato scientifico dell’Associazione italiana medici per l’ambiente e l’avvocato Debora Stoppa, specializzata in diritto amministrativo ed esperta in questioni ambientali, intende approfondire le preoccupazioni dei cittadini in relazione all’impianto.

Presenti per l’occasione anche diversi rappresentanti di Comitati sorti per le stesse preoccupazioni in paesi limitrofi, come l’architetto Carlo Costantini del Comitato ambiente e sviluppo Cavarzere, Marlis Ratschiller del Comitato No Biometano a Papozze, dove sono stati presentati ricorsi sostenuti dall’amministrazione, anch’essa contraria alla realizzazione dell’impianto, e Vanni Destro, della Rete dei comitati Polesani a difesa della salute e dell’ambiente, in aggiunta alle testimonianze di appartenenti al Comitato di Cavarzere, che è riuscito a fermare la realizzazione di un impianto di biometano.

La serata con gli esperti si propone inoltre come una diretta conseguenza del precedente appuntamento sul tema, organizzato in occasione del consiglio comunale del 16 novembre in cui a presentare il progetto erano stati i tecnici della ditta proponente, appuntamento che, a detta dei partecipanti, avrebbe lasciato molti punti scoperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie