A Castelmassa la presentazione del Dizionario degli Artisti Polesani

In Municipio venerdì 19 aprile alle 21 saranno presenti gli autori della ricerca Paola Pizzamano, Alfredo Sigolo e Mihran Tchaprassian

CASTELMASSA (Rovigo) – Venerdì 19 aprile alle ore 21.00 presso la sala consiliare del comune di Castelmassa, in piazza Vittorio Veneto, 1 verrà presentato il Dizionario degli Artisti Polesani, nati o attivi in Polesine nel XIX e XX secolo. Interverranno per i saluti istituzionali il sindaco Luigi Petrella e l’assessore alla cultura Roberta Azzolini. Saranno presenti gli autori della ricerca Paola Pizzamano, Alfredo Sigolo e Mihran Tchaprassian. 

Nel volume “Dizionario degli artisti nati o attivi in Polesine nel XIX e XX secolo”, un progetto della Fondazione Banca del Monte di Rovigo, pubblicato da Apogeo Editore, che esce nella collana “I Tigli” dell’Accademia dei Concordi, trovano spazio, oltre ai principali artisti del territorio, figure minori, dimenticate, valenti artigiani, artisti di origine locale che hanno fatto fortuna all’estero e giovani emergenti. 

Non dimentichiamo che la presenza, del Liceo d’Arte già scuola Arti e Maestieri, già Istituto d’Arte esiste a Castelmassa dal 1889 e ha prodotto una notevole mole di artisti sul territorio coinvolgendo anche il mantovano e il veronese. Si tratta di una ricerca costituita da quasi 1000 schede biografiche che rappresentano uno strumento di ricerca e documentazione per il reperimento d’informazioni essenziali allo studio e all’approfondimento delle personalità che, nel citato periodo, hanno operato nel campo delle arti. 

Il risultato evidenzia non solo l’inedita ricchezza di figure e personalità espresse dal territorio della provincia di Rovigo nel campo delle arti visive, ma racconta anche una peculiare attitudine verso le arti applicate. Per ogni artista sono indicati gli ambiti disciplinari nei quali si è espresso, i dati anagrafici rintracciati, le informazioni biografiche essenziali, le principali mostre o attività svolte, sono riportate, altresì, le note di carattere critico-stilistico. 

Seguendo diversi filoni di presentazione, in altre parole la struttura del Dizionario, la ricerca,  il metodo, i risultati,  il grande impegno e la meticolosità dell’indagine sono finalizzati a dimostrare la creatività del Polesine.Si tratta, dunque, di un punto di partenza per continuare a indagare sul patrimonio di questa terra che ha dato i natali a tanta arte o ha creato terreno fertile perché l’arte si producesse o si diffondesse anche in altri territori. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie