A Lendinara il primo dei quattro appuntamenti territoriali del distretto notarile

L’obiettivo degli incontri in provincia di Rovigo è di di dare consistenza ad una rete territoriale più fitta possibile di collaborazione tra istituzioni locali, centri antiviolenza e notai al fine di contrastare la violenza economica quale forma di violenza di genere 

LENDINARA (Rovigo) – Si è tenuto a Lendinara, presso la sala civica Carlo Bagno, il primo dei quattro appuntamenti territoriali del calendario eventi organizzato dal Consiglio Notarile e da Notar.Lab Rovigo e dedicato alla presentazione della Guida “Conoscere per proteggersi”, realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato in collaborazione con Banca d’Italia, che è stata distribuita gratuitamente ai presenti. 

Dopo i saluti istituzionali della assessora Francesca Zeggio e della presidente del Comitato Pari Opportunità Luigina Bertelli  sul palco si sono alternati quattro relatori: Adelia Fanelli e Anna Facchinelli, rispettivamente educatrice e assistente sociale presso il Centro Antiviolenza del Polesine, che hanno illustrato le funzioni e le modalità di accesso al Centro Antiviolenza, il concetto di violenza economica e il reinserimento sociale; Simonetta Doro e Davide Quota, notai rispettivamente in Lendinara e in Rovigo, hanno dedicato le loro relazioni all’approfondimento di due specifici temi trattati nella Guida, e precisamente la famiglia tradizionale e il testamento. 

La conferenza – organizzata dal Consiglio Notarile di Rovigo tramite l’associazione culturale Notar.Lab – è stata presentata e moderata da Elisa Giovanna Bortolin, notaia in Rovigo componente della Commissione Pari Opportunità del Consiglio Nazionale del Notariato. “Siamo molto orgogliosi – ha commentato Bortolin – di questo progetto, nato per coinvolgere tutti i Distretti Notarili d’Italia, con l’obiettivo di dare consistenza ad una rete territoriale più fitta possibile di collaborazione tra istituzioni locali, centri antiviolenza e notai al fine di contrastare la violenza economica quale forma di violenza di genere”. Prossimo appuntamento: giovedì 12 gennaio ore 21 a Badia Polesine presso l’Abbazia della Vangadizza con i notai Michele Wurzer e Livio Penzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie