A Lendinara un supermarket della droga, spacciatore arrestato dai Carabinieri 

I militari dell’Arma della Compagnia di Rovigo, e della stazione di Lendinara, nell’abitazione di un 37enne hanno trovato un etto di cocaina, 4 etti di hashish, oltre a 100 grammi di marijuana

LENDINARA (Rovigo) – Quanto i Carabinieri sono entrati nell’abitazione di un 37enne pregiudicato, hanno trovato di tutto. I Carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Rovigo del maggiore Giovanni Truglio, coadiuvati dai militari della stazione di Lendinara, a conclusione di un’articolata attività di indagine, lo hanno tratto in arresto per “produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti”. 

Nella casa dello spacciatore italiano, già noto per reati specifici, durante la perquisizione delegata dalla Procura della Repubblica di Rovigo, hanno trovato e sequestrato diversi tipi di droga: circa 100 grammi di cocaina, oltre 400 grammi di hashish, più di un etto di marijuana, (sostanze in buona parte già confezionate in dosi la vendita) ed inoltre 10 grammi di sostanze allucinogene ed  1 grammo di “crack”. 

Sequestrato anche materiale per il taglio, la pesatura ed il confezionamento della droga, e 1.500,00 in contanti, ritenuto provento di spaccio. 

Nel corso dell’indagine i Carabinieri hanno accertato che l’attività di spaccio si svolgeva esclusivamente presso l’abitazione dell’arrestato, che era divenuta un vero e proprio “supermarket della droga” come dimostrano i numerosi controlli effettuati dai militari nei confronti di soggetti legati al mondo degli stupefacenti che gravitavano in quella zona. 

A carico del 37enne, sorpreso anche alla guida della propria autovettura benchè con patente già revocata, i militari dell’Arma hanno proceduto a sanzioni ai sensi dell’articolo 116 del codice della strada con sequestro amministrativo del veicolo.

L’arrestato è stato associato in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo svoltosi nella mattinata successiva, al termine del quale, oltre alla convalida dell’arresto, e stato disposto nei suoi confronti “il divieto di dimora nella provincia di Rovigo” in attesa del processo.

Ultime notizie