A Pontecchio gli strumenti musicali si conoscono da vicino

Alla scuola primaria un percorso legato alla musica con gli strumenti musicali in aula.

PONTECCHIO POLESINE (Rovigo) – Sono iniziate con il mese di novembre le giornate della musica alla scuola primaria di Pontecchio, coinvolte le classi Quarte dove il maestro Enrico Cappato mette a disposizione le sue conoscenze, grazie ad una intuizione della maestra Lisa Tieghi docente curricolare in queste classi: “Abbiamo iniziato il percorso dal body percussion, che consiste nell’utilizzare il proprio corpo come strumento a percussione, ho visto i bambini incuriositi e siamo passati all’apprendimento di alcuni ritmi e la loro ciclicità; poi sapendo delle esperienze fatte dal maestro Cappato ho coinvolto anche lui.

Spiega Maestro Enrico “con l’ausilio delle nuove tecnologie oggi è molto facile accedere alle conoscenze anche degli strumenti musicali, le nostre aule sono tutte dotate di lavagne digitali di ultima generazione, si possono usare contemporaneamente piccoli spartiti e riprodurre video tutorial, che possono essere usati anche a casa, per chi è interessato, con la supervisione di un genitore. Dalle differenze tra marimba e xilofono alla posizione degli orchestrali, fino a capire come si sviluppa il concetto di musica d’insieme, sono tutti argomenti trattati, anche se” puntualizza il maestro, “è la pratica dei rudimenti sul tamburo che riesce a stimolare i bambini e far sì che si appassionino.” Sono previste altri incontri con la chitarre e il basso coinvolgendo anche altre insegnanti musiciste.

La Dirigente scolastica dell’istituto di Polesella Prof. Margherita Morello commenta con entusiasmo l’iniziativa e spiega come  le scuole del comprensivo abbiano completato l’offerta formativa prima con la primaria a tempo pieno a Bosaro, inoltre con l’indirizzo musicale nella scuola secondaria con corsi già avviati di percussioni, chitarra, violino, pianoforte e strumenti a fiato. Una scuola sempre all’avanguardia che non lascia nulla al caso, perché si sa, la musica aiuta a vivere e a superare momenti tristi, sempre più presenti nei giovani d’oggi.

Ultime notizie