A Rijeka l’ennesimo dominio di Bolza Corse

Il tradizionale appuntamento endurance di fine stagione conferma la squadra corse di Adria (Rovigo) dominatrice incontrastata, bissando la doppietta della passata edizione

ADRIA (Rovigo) – È stata un’annata incredibile per Bolza Corse, protagonista dei quartieri nobili sia nel TCR Italy che nella FX Italian Series, e quale migliore chiusura di stagione se non quella di confermarsi indiscussa padrona dell’Autodrom Grobnik.

Lo scorso Sabato, sul classico tracciato di Rijeka, è andato in scena il tradizionale appuntamento endurance di fine stagione e la squadra corse di Adria ha saputo posizionare una succulenta ciliegina su una torta ricca di soddisfazioni, in questo 2022 che va a chiudersi.

Due erano le Cupra Leon TCR, in versione DSG, portate in campo dalla compagine polesana, la prima delle quali era affidata nelle mani di Matteo Barozzi, Andrea Marchesini ed Andrea Basso mentre la seconda vedeva in gara Andrea Weisz, Marco Discanni, Silvano Bolzoni e Rino Marchesan, in un mix tra conoscenze rodate da condire con nuovi ed interessanti innesti.

La sessione di qualifica non dava scampo alla concorrenza e le Cupra adriesi si aggiudicavano le prime due posizioni in griglia, pole position al trittico composto da Barozzi, Marchesini e Basso mentre la seconda casella andava al quartetto Weisz, Discanni, Bolzoni e Marchesan.

“Rijeka è ormai un appuntamento al quale non possiamo rinunciare” – racconta Marchesini – “ed avendo vinto parecchie volte qui è naturale che, ogni volta che ci presentiamo, siamo sostanzialmente quelli da battere. Lo scorso anno Bolza Corse ha portato a casa una doppietta qui e volevamo fare di tutto per cercare di ripeterci. Partire primi e secondi era un buon inizio.”

Allo scattare del semaforo verde, per le quattro ore in programma, il tridente Barozzi, Marchesini e Basso prendeva il comando delle operazioni, senza mai abbandonarlo fino al traguardo, mentre per il poker Weisz, Discanni, Bolzoni e Marchesan la difesa della seconda posizione si faceva un po’ più complicata, alternandosi con il terzo in una lotta serrata.

Un finale in parata per le due vetture del team di Adria, bissando l’uno due della passata edizione e confermando, ancora una volta, che Rijeka è riserva di caccia personale.

“Il meteo ci ha aiutato tantissimo” – aggiunge Marchesini – “e siamo stati tutti perfetti, nei cambi pilota, gomme e nei rifornimenti. La nostra gara è filata liscia, siamo stati in testa dall’inizio alla fine. È stato bello chiudere la stagione con una vittoria e per questo voglio ringraziare i miei compagni di abitacolo, Barozzi e Basso, oltre che il team Bolza Corse. Grazie a tutti i partners che ci hanno sostenuto in questo 2022 e ci auguriamo che il prossimo anno sia prospero.”

“Vincere è sempre un’emozione unica” – gli fa eco Bolzoni – “ma riuscire a ripetersi è sempre la parte più difficile. Lo scorso anno abbiamo portato a casa una doppietta ed è ovvio che avessimo il mirino della concorrenza ben puntato su di noi. Siamo riusciti a vincere ancora, chiudendo primi e secondi con due vetture condotte da nostri abituali piloti ma anche da qualche nuova entrata che si è comportata molto bene. Una stagione incredibile, da ricordare.”

Ultime notizie