Al cinema Duomo l’opera di Sophie Chiarello, raccontata dalla regista

"Il cerchio": un film che narra l'Italia con lo sguardo dei bambini, arriva al cinema Duomo di Rovigo mercoledì 22 febbraio, alle 20.45, in una nuova serata speciale

ROVIGO – Chi sono i bambini di oggi? Come osservano il mondo degli adulti? Per rispondere a queste domande, la regista Sophie Chiarello ha seguito per cinque anni, con la sua telecamera, gli alunni di una classe elementare, abbassando lo sguardo ad altezza di bambino. Ne è nato il film “Il cerchio”, che arriva al cinema Duomo di Rovigo mercoledì 22 febbraio, alle 20.45, in una nuova serata speciale: ospite in sala sarà proprio la regista, che racconterà la genesi di questo film documentario non “sui bambini”, ma “con i bambini”, girato letteralmente con la telecamera all’altezza del loro sguardo. 

“Con una cadenza regolare, per l’intero ciclo di cinque anni, ho partecipato in classe ai cerchi organizzati dalla maestra- racconta Chiarello – il cerchio, in una prassi ben conosciuta dai pedagoghi, rappresenta uno spazio fisico e mentale nel quale i venti bambini della sezione B si sono seduti in tondo per parlare, ascoltarsi e confrontarsi su temi di ogni genere. Nel Cerchio volevo che a parlare fossero i bambini, che ci fosse la loro voce, con meno filtri possibili”. La classe protagonista diventa, con il passare degli anni, il ritratto dell’Italia che si evolve e la cui identità cambia e si trasforma. “Realizzare questo film è stato anche un modo per rituffarmi nella mia esperienza di figlia di emigrati italiani in Francia, che ho raccontato nel mio precedente lavoro, Ritails – conclude -.Con i bambini del Cerchio sono cresciuta, sulle orme del loro sguardo ho trovato il mio, e nel vociare rumoroso e disordinato della scuola, ho trovato la mia voce e forse ho anche capito quale adulto vorrei essere”.

Sophie Chiarello è infatti italo-francese, diplomata  a Parigi, ma con una carriera iniziata in Italia come aiuto regista di Salvatores, Venier, Winspeare, Rossi Stuart e altri. I suoi cortometraggi sono stati premiati in diversi festival e “Un filo intorno al mondo” è arrivato finalista ai Nastri d’argento nel 2006. Ha collaborato alla regia del film “La banda dei babbi natale” di Aldo Giovanni e Giacomo e diretto il proprio film “Ci vuole un gran fisico”. “Il Cerchio”, di cui è autrice e regista, è il suo secondo documentario, prodotto da Indigo Film e Rai Cinema in collaborazione con Sky Documentaries. 

La serata fa parte de “Le chicche”, un ciclo di aperture speciali il mercoledì sera, dedicate non solo a film preziosi, ma soprattutto ai loro autori e protagonisti, che dialogheranno sempre con il pubblico in sala. Il programma è sul sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie