Al Teatro Sociale di Rovigo un grande classico:  “Cyrano De Bergerac”

Scritta per l’attore Benoît-Constant Coquelin tra il 1896 e il 1897 da Edmond Rostand, rappresenta una delle opere tragiche in versi più famose del teatro mondiale

ROVIGO – La stagione di prosa del Teatro Sociale di Rovigo prosegue domenica 17 marzo alle 21, con un grande classico:  “Cyrano De Bergerac”, portato in scena da Edoardo Fainello con la compagnia Centro Teatrale Da Ponte.

Una storia romantica e avventurosa, tenera e al contempo violenta.

Scritta per l’attore Benoît-Constant Coquelin tra il 1896 e il 1897 da Edmond Rostand, “Cyrano De Bergerac” rappresenta una delle opere tragiche in versi più famose del teatro mondiale, simbolo di una generazione francese e tappa obbligata per ogni attore che voglia mettersi alla prova con un testo di elevata difficoltà ma da cui non si può che restare assolutamente folgorati. Una storia serrata, romantica, avventurosa, tenera e allo stesso tempo violenta, il cui adattamento si rifà a diverse traduzioni (Giobbe, Cuomo, Lionello, Bigliosi) con l’aggiunta di nuove parti di testo per poter essere rappresentata con 4 attori, in una versione dal ritmo elevato.

Particolare attenzione è stata riservata come sempre ai costumi, per riportare il pubblico nella metà del XVII secolo francese, tra innamoramenti, battaglie e lame di spade scintillanti. Un’opera che vi farà ridere, piangere ed innamorare per sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie