Al via i lavori per una nuova rotonda all’ingresso di Porto Tolle

Un rinnovamento importante per il comune di Porto Tolle (Rovigo) che andrà a distribuire meglio il traffico veicolare

PORTO TOLLE (Rovigo) – E’ in fase di avvio Il progetto di risezionamento e rifacimento della rotatoria lato ovest di via G. Matteotti, che fa da ingresso al centro municipale.

Il progetto si raccorda con gli stralci funzionali già eseguiti: 1° Stralcio: da via Strauss a Via A. Moro; 2°
Stralcio: da via A. Moro a Via Cimarosa; 3° Stralcio: da via Cimarosa a Borgo Molo; 4° Stralcio: da via Strauss a Piazza Ciceruacchio.

L’intervento previsto rappresenta il risezionamento e il rifacimento della rotatoria di ingresso lato ovest di via G. Matteotti, al fine di creare una ricucitura urbana, da un lato con la SP 38 e dall’altro con la ridefinizione della carreggiata stradale, i marciapiedi, la ciclo-pedonale sul lato nord. Inoltre si procederà con lo spostamento della rete di pubblica illuminazione e la sistemazione delle caditoie di raccolta delle acque meteoriche.

Il presente progetto è stato redatto in conformità alle disposizioni previste nel D.P.R. 503/96 in materia di barriere architettoniche. Il progetto infatti prevede di migliorare il sistema della mobilità lenta favorendo la circolazione per le persone con difficoltà motoria.

Per quanto riguarda l’intervento sulla rotatoria di ingresso lato ovest, con il rifacimento e la sistemazione
delle aiuole e la pista ciclo pedonale a nord, l’importo di spesa previsto per la realizzazione delle opere nella loro interezza, ammonta complessivamente ad €.200.000, comprendente tutti gli oneri.

Il progetto prevede la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale della larghezza variabile da 25 a 2,0ma
ridosso delle recinzioni, posizionato a raso rispetto alle stesse al fine di evitare continui salti di quota tra gli accessi. A bordare il percorso, sul lato verso la carreggiata, vi sarà un binder posizionato anch’esso a raso, che fungerà da delimitazione tra il percorso ciclo pedonale ed i parcheggi.

L’intervento comprende la fresatura del manto in asfalto, quindi i vari interventi per la posa di nuovi allacci fognari e la messa a norma della rete di pubblica illuminazione, per finire con l’asfaltatura della superficie e la verniciatura della stessa.

AI fine di adeguare l’ingresso alla via G. Matteotti si è scelto di intervenire demolendo le aiuole esistenti per realizzarne di nuove compresa la rotatoria centrale portandola ad un diametro di 12.00 m e definendo le aiuole di ingresso, di uscita e quelle laterali.

Sul lato nord tra la carreggiata stradale e il percorso ciclopedonale è prevista la realizzazione di una banchina stradale di larghezza 2,00 mt.

Le aiuole saranno bordate da cordonate. Le lavorazioni previste riguardano la fresatura del manto d’usura e la riasfaltatura. Per quanto concerne le aree verdi è previsto uno scavo fino a terreno vegetale e quindi la creazione del verde.

Le opere comprenderanno l’asfaltatura della carreggiata stradale, il rifacimento e messa a norma della rete di pubblica illuminazione e la riorganizzazione del sistema di raccolta delle acque meteoriche.

L’assessore ai lavori Pubblici Diego Marchesini: “Ringrazio il Dirigente dell’Ufficio tecnico, l’Arch. Giorgio Portesan, e tutto l’ufficio tecnico, i progettisti Ing. Facco Michele e l’Arch. Chiara Caberletti, AS2 con il Geom. Marco Bonvento e la Comandante della Polizia Locale Michela Trombin che con i propri agenti è di fondamentale supporto allo svolgimento dell’opera.

Nonostante le difficoltà che l’amministrazione ha dovuto affrontare in questi anni, dalla pandemia alle varie emergenze maltempo che hanno segnato profondamente il nostro territorio, la crisi legata all’incremento dei costi energetici e l’aumento incontrollato dei materiali (mediamente del 50%) che ha paralizzato l’intero comparto delle costruzioni, con tenacia e determinazione si può finalmente dare avvio all’ultimo stralcio di via Matteotti.

Le opere di arredo e decoro urbano in progetto rappresenteranno il biglietto da visita di un territorio che negli ultimi anni è cresciuto tantissimo in termini di attrattività ambientale e turistico-ricettiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie