Amazon. Rientra la lavoratrice licenziata

Cisl e Fit Cisl: “Ora speriamo di migliorare le relazioni sindacali”.  La giovane magazziniera licenziata dall’azienda lo scorso febbraio e stato poi reintegrata per decisione del giudice, con una sentenza emessa il mese scorso.  

CASTELGUGLIELMO (Rovigo) – Ha ripreso la sua attività lavorativa oggi pomeriggio nel centro Amazon di Castelguglielmo la giovane magazziniera licenziata dall’azienda lo scorso febbraio e poi reintegrata per decisione del giudice, con una sentenza emessa il mese scorso (LEGGI ARTICOLO). Ad augurarle buon lavoro, una delegazione della Cisl e della Fit Cisl Padova Rovigo, che con l’aiuto dell’avvocato Roberto Finocchiaro ha assistito la lavoratrice fin dall’inizio di questa vicenda e nel corso di tutta la vertenza.

“In una fase di repentini cambiamenti per tutto il sistema produttivo e soprattutto per un comparto ad alto tasso di innovazione come la logistica – commenta la segretaria territoriale della Cisl Padova Rovigo Francesca Pizzo – è necessario creare le condizioni perché anche questo settore sia in grado di generare lavoro di qualità, soprattutto ai giovani, permettendo loro di insediarsi stabilmente sul territorio, invertendo quella pericolosa china di spopolamento che il Polesine sta attraversando da anni”.

Dello stesso avviso Oscar Dalla Rosa, segretario della Fit Cisl Padova Rovigo. “Ci auguriamo che in futuro le vertenze possano essere risolte senza dover arrivare a vie legali e che d’ora in avanti le relazioni sindacali con Amazon siano più positive, più chiare e più trasparenti, basate sul confronto, a vantaggio dei lavoratori, ma anche dell’azienda. Esprimiamo soddisfazione per l’esito di questa vicenda, nella speranza di poter avviare una collaborazione con l’obiettivo migliorare le condizioni di lavoro all’interno dello stabilimento”.

Ultime notizie