Anche l’atleta Nadja Bala nella lista civica di Valeria Cittadin

La candidata sostenuta da Fratelli d'Italia, Lega per Salvini premier, Forza Italia, Azione, Coraggio Italia, Udc, promette: "istituiremo un assessorato alla disabilità"

ROVIGO – Dopo l’annuncio di Edoardo Lubian (LEGGI ARTICOLO), giocatore della Rugby Rovigo, Valeria Cittadin, candidata a sindaco di Rovigo da Fratelli dìItalia, annuncia un’altra adesione importante alla sua lista civica. Si tratta di Nadja Bala, atleta paralimpica molto nota in città, che ha già indossato la maglia della nazionale italiana di sitting volley.

“La nostra squadra è forte, motivata e rappresentativa – ha dichiarato la Cittadin – Insieme a Nadja e a tutti gli altri candidati alla carica di consigliere stiamo raccogliendo idee e segnalazioni dai nostri concittadini, per stendere un programma all’altezza delle sfide che attendono Rovigo nei prossimi anni – ha chiarito, prima di concentrarsi sui temi della disabilità e dell’inclusione – Ogni rodigino vale e la nostra comunità può e deve giovarsi del contributo di tutti. Per questo la nostra attenzione nei confronti delle persone diversamente abili è massima.

L’obiettivo è superare e abbattere le barriere fisiche, come pure quelle sociali e culturali, che ostacolano la piena e attiva partecipazione di alcuni rodigini alla vita della nostra città. Penso agli anziani, alle persone portatrici di disabilità, come pure a chi, anche solo momentaneamente, si trova in condizioni di ridotta mobilità.

Se sarò eletta sindaco, istituirò un assessorato alle Disabilità, che collabori direttamente non solo con i singoli soggetti e le famiglie, ma anche con le associazioni e gli operatori del settore, per superare progressivamente ogni criticità. Dall’accesso agli uffici e ai giardini pubblici, sino alla creazione di parchi giochi inclusivi, agli avvisatori acustici negli attraversamenti, tante sono le iniziative che devono essere prese per assicurare che Rovigo sia davvero una città a misura delle necessità di ogni suo abitante.

Promuoveremo inoltre l’attivazione della disability card sul territorio rodigino, estendendo la rete di servizi attivi, anche mediante convenzioni con soggetti privati – ha concluso Cittadin – Rovigo è di tutti e può crescere solo a patto di valorizzare le abilità e le attitudini di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie