Atleti della Borsari Badia nelle scuole polesane 

In occasione delle Giornate dello Sport i giocatori della prima squadra non si sono tirati indietro e hanno subito risposto presente

BADIA POLESINE (Rovigo) – Anche quest’anno il Borsari Rugby Badia è stato contattato da diverse scuole polesane per far conoscere il rugby a quanti più bambini e ragazzi possibili proprio in occasione delle Giornate dello Sport. I giocatori della prima squadra non si sono tirati indietro e hanno subito risposto presente.

Giovedì scorso infatti un gruppo è andato alla scuola primaria di Castelnovo Bariano, dove ad attenderli c’erano tutte le classi, pronte per scoprire e provare uno sport diverso dal solito. Il giorno dopo invece i giocatori hanno insegnato alcune tecniche del gioco alle classi della Scuola Secondaria di I Grado di Bergantino

Sempre venerdì un altro gruppo di atleti si è diretto a Castelguglielmo, scuole (primaria e secondaria) nelle quali alcuni giocatori erano già andati lo scorso anno. I bambini li hanno accolti a braccia aperte e non vedevano l’ora di poter tornare a giocare con loro. 

Lunedì 19 poi gli atleti biancazzurri Giacomo Astolfi, Tommaso Bettarello, Filippo Barbacci, Federico Cantini, Davide Gardinale, Elia Masiero ed Enrico Sartori hanno fatto una sorpresa agli alunni della scuola primaria “A. Oroboni” di Fratta Polesine. 

L’entusiasmo, il divertimento e la condivisione dei valori tipici del rugby, quali il sostegno, la presenza costante per il compagno e quindi l’essere squadra, l’hanno fatta da padrone in tutte queste giornate. Tra passaggi all’indietro, calci piazzati, cambi di direzione e simulazione di una partita, queste giornate sono state caratterizzate dal divertimento. 

“Ci siamo divertiti molto – raccontano i giocatori – dopo aver vissuto questa esperienza, per alcuni nuova. I bambini erano interessati e incuriositi. Ci ha colpito molto quando, a fine ‘lezione’ ci hanno chiesto di fare foto e autografi. Siamo davvero soddisfatti e speriamo possano esserci altre occasioni in futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie