Avis Badia Polesine fa 72 anni premiando i donatori benemeriti

Fra i numerosi benemeriti premiati, erano presenti Gabrielle Munerato, la consigliera comunale Antonietta Giacometti, Vincenzo Baraldo, Alessandro Boscaro, Antonello Bason, Paolo Buoso e Marco Turatti. 

BADIA POLESINE (Rovigo) – Donatori, Autorità civili, amici e simpatizzanti si sono ritrovati, domenica 19 maggio, per celebrare i 72 anni dell’Avis Comunale di Badia Polesine. Per l’ennesima volta ha presenziato una delegazione dei gemelli dell’Afds (l’Associazione Friulana Donatori Sangue), di Cavazzo Carnico (Udine). 

Dopo la deposizione di un omaggio floreale al monumento ai Donatori e a quello del Dr. Vittorio Formentano (fondatore dell’Associazione Volontari Italiani del Sangue), è seguita la premiazione Donatori benemeriti e, dopo la messa nella Parrocchiale, la rituale conviviale. Questa volta allestita da Pro loco nella sala “Lovato” al centro giovanile parrocchiale. 

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6
Slide 7
Slide 8
Slide 9
Slide 10
Slide 11
Slide 12
Slide 13
Slide 14
Slide 15
Slide 16

L’amicizia con gli omologhi di Cavazzo Carnico è stata sottolineata dal segretario Vinicio Ferrigato che, prima di dare la parola ai saluti istituzionali, ha sottolineato il valore dell’amicizia venutasi a creare con l’Afds friulana “…che si è presa l’onere di venirmi a trovare, poco prima di Natale, per sincerarsi delle mie condizioni di salute, dopo il mio incidente di percorso”. 

È stato il Presidente del sodalizio Carlo Masatti, a porgere il benvenuto agli ospiti prima di illustrare l’attività della sezione badiese auspicando, in previsione della scadenza delle cariche elettive, l’adesione di forze nuove “…soprattutto giovani dei quali abbiamo bisogno per un ricambio generazionale.

È poi intervenuto Fabio Muraro dell’Avis provinciale, ponendo l’accento sul valore della donazione e sul percorso intrapreso per sensibilizzare i giovani nelle scuole “… dove stiamo seminando per il futuro.” Nell’occasione è stato ricordato il prossimo appuntamento del 31 maggio che coinvolgerà circa 480 ragazzi in attività sportive finalizzate alla conoscenza dell’Avis in collaborazione con le scuole locali (Badia, Giacciano, Bagnolo di Po e Trecenta).  

Il sindaco Giovanni Rossi ha invece insistito sul coinvolgimento dei giovani attraverso l’apprezzamento dei valori dell’appartenenza, della conoscenza, della solidarietà e del dono “…i presupposti su cui fonda lo Stato”.

La dr.ssa Franca Gavioli, omaggiata dal consigliere Marco Turatti “…per il suo pluriennale impegno”, ha confermato la validità del dono verso le persone in difficoltà. 

Il vicesindaco di Cavazzo Carnico ed ex presidente dei donatori friulani, Dennis Iob, con i saluti istituzionali della sua comunità, ha ricordato come “L’amicizia non ha confini e quando è vera può fare grandi cose”. Nella delegazione friulana c’era Sara Angeli, attualepresidente di Afds Cavazzo, che ha invitato gli avisini badiesi a partecipare alla festa del dono che si terrà il 23 giugno nel suo paese, cogliendo l’occasione per visitare la Carnia.

Fra i numerosi benemeriti premiati, erano presenti Gabrielle Munerato (presidente di AVS Badia) la consigliera comunale Antonietta Giacometti, Vincenzo Baraldo, Alessandro Boscaro, Antonello Bason, Paolo Buoso e Marco Turatti. 

Ugo Mariano Brasioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie