Bagnolo, il senatore Crisanti interviene a Runzi

Al centro dell’attenzione, la sanità pubblica in Veneto, ma anche l’organizzazione della sanità nazionale in generale

BAGNOLO DI PO (Rovigo) – Continua il percorso di Polesine Progressista, l’associazione culturale che da tempo opera sul territorio promuovendo incontri conoscitivi su varie tematiche attuali. Sabato scorso ha fatto tappa a Bagnolo di Po. Nella sala polifunzionale Don Pino Puglisi, nella frazione di Runzi, Roberto Galvan, di Polesine Progressista, ha introdotto gli ospiti, uno dei quali particolarmente conosciuto per il ruolo avuto, come esperto, nel periodo della pandemia: il microbiologo e senatore del Partito Democratico Andrea Crisanti e il portavoce de Il Veneto che Vogliamo, Carlo Cunegato. Un incontro dal titolo “Parola alla difesa per un servizio sanitario (davvero pubblico)”. 

Al centro dell’attenzione, la sanità pubblica in Veneto, ma anche l’organizzazione della sanità nazionale in generale. Supportati da dati, i relatori hanno evidenziato un quadro non certo positivo dell’attuale situazione. “Le battaglie che ci attendono – hanno espresso gli ospiti – sono tante e molto importanti. In particolare la rivalutazione e il miglioramento del Servizio Sanitario Nazionale a favore delle classi meno abbienti e di quei cittadini che sono, molto spesso, costretti a rinunciare al proprio diritto alla cura a causa dei costi e disservizi”. Molte domande sono state poste dai giovani medici ficarolesi Delia Barbini e Niccolò Maghini che hanno condotto il dibattito. Crisanti e Cunegato hanno risposto mettendo a disposizione le loro competenze e la preparazione sul tema proposto. Al termine dell’incontro, Polesine Progressista ha fatto un appello alla partecipazione alla manifestazione in difesa della sanità pubblica, che si terrà a Belluno il prossimo 28 ottobre. In apertura, il sindaco di Bagnolo di Po Amor Zeri, ha portato i saluti dell’amministrazione, che aveva concesso il patrocinio alla manifestazione. 

“E’ un immenso piacere avere nel nostro comune ospiti così importanti per parlare di un argomento altrettanto importante -ha chiosato il primo cittadino. Purtroppo anch’io, come tantissimi altri cittadini, ci scontriamo ogni giorno con lunghe liste di attesa e dobbiamo ricorrere ai servizi privati. Ma non tutti ne possono usufruire e, per tale motivo, ritengo che si debba fare molto di più perché la sanità sia davvero pubblica in quanto essa è un valore e deve essere uguale e usufruibile da tutti in tempi ragionevoli”.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie