Bonafè: Giusto permettere a Veronese il secondo mandato da sindaco di Porto Viro

Il candidato di Forza Italia dichiara di aver dialogato con entrambe le parti, ma senza venire convinto dalla necessità di impedire alla prima cittadina uscente di continuare il proprio mandato

PORTO VIRO (Rovigo) – “Voglio fare un appello al voto – afferma Enrico Bonafè, candidato alle elezioni amministrative per il rinnovo del consiglio comunale di Porto Viro per la lista di Maura Veronese sindaco e coordinatore comunale di Forza Italia – Un appello al voto, che piuttosto è un appello alla responsabilità.

E a questo proposito dichiaro il perché ho scelto la lista Maura Veronese Sindaco. Ho parlato e fatto incontri con tutti e due gli schieramenti, e a dire il vero, dall’altra parte non mi hanno convinto. Nulla da dire sulle persone, alcuni di loro sono anche dei bravi professionisti, ma nessuno di loro ha dimostrato visione politica e soprattutto responsabilità di programma.

Ho deciso quindi di appoggiare la sindaca Maura Veronese perché in genere è giusto permettere ad un sindaco di fare il secondo mandato. In questo modo le permettiamo di concludere alcune attività che hanno bisogno di più tempo per essere realizzate. Le permettiamo di integrare il programma iniziale con nuove proposte che vengono dalle nuove esigenze della cittadinanza e anche dai nuovi candidati come me.

Dare Porto Viro in mano “ad altri” significa interrompere tutti i lavori in corso e ricominciare da zero. E questo significa fare uno, due, tre, quattro, cinque passi indietro. Non so se “gli altri” siano dei bravi amministratori, ma sinceramente non voglio nemmeno scoprirlo, perché per essere responsabili bisogna andare sul sicuro e non affidarsi a chi è senza esperienza. Facciamo fare questo secondo mandato a Maura Veronese e intanto gli altri fanno esperienza dai banchi dell’opposizione e se nei prossimi 5 anni non si dimettono e non spariscono, allora forse, potremo premiarli la prossima tornata elettorale.

Per questa volta, però, dobbiamo essere responsabili, pensare che amministrare è difficile e quindi dobbiamo scegliere di farlo fare a chi ha già maturato l’esperienza necessaria per svolgere questo servizio. Dobbiamo guardare solo alle capacità, perché le elezioni non sono né un concorso di bellezza, né una gara di simpatia: siamo responsabili come lo siamo nel nostro lavoro, in famiglia, a scuola, a casa nostra e votiamo tutti Maura Veronese sindaco” conclude l’accorato appello Enrico Bonafè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie