Borsari Badia: cena di fine stagione, Matteo Davide Maran nuovo head coach

Dopo 4 anni intensi Joe Van Niekerk ha concluso il percorso con la società biancazzurra, il presidente Dolcetto ha ringraziato anche Davide Giazzon e Facundo Ferrario

BADIA POLESINE (Rovigo) – Nella serata di mercoledì 15 maggio, il Borsari Rugby Badia si è ritrovato all’Emporio del main sponsor per concludere la stagione 2023-2024. A fare gli onori di casa il presidente Massimiliano Dolcetto che, dopo i saluti iniziali ha consegnato la targa all’allenatore Joe Van Niekerk che ha concluso il percorso con la società biancazzurra. 

“Siamo qui per salutare Joe, dopo 4 anni insieme, questa serata è stata dedicata a te – spiega Dolcetto -. Hai vissuto in modo molto forte questa esperienza, perciò vorrei ringraziarti a nome di tutta la società e di tutti i ragazzi. Personalmente ringrazio ogni giocatore e lo staff per aver portato avanti lo spirito di squadra che ci caratterizza. Voglio ringraziare anche Facundo Diederich Ferrario e Davide Giazzon perché sono stati il valore aggiunto di questa stagione. Il gruppo è tanto giovane e aveva bisogno di riferimenti come voi”. 

Joe, emozionato, ha poi salutato i suoi ragazzi. “Prima di questa cena sono stato triste perché, per la prima volta – racconta -, ho percepito la stessa sensazione avuta quando ho appeso gli scarpini al chiodo. Allora ero perso e un amico mi ha coinvolto in questa società. Senza il tuo aiuto Andrea (Muzzi ndr) non avrei avuto questa occasione perché sei una persona che è stata, è e sarà sempre fondamentale per la nostra squadra. Grazie a Massimiliano e Matteo per essere sempre stati di supporto. So che non è stata una stagione facile, ho apprezzato il vostro impegno fino alla fine; il rispetto per la società, lo staff, i giocatori e la maglia è stato importante. Ringrazio il mio staff perché nonostante l’anno difficile siete sempre venuti al campo con il sorriso, ringrazio anche Gianni e Piero per essere sempre stati al nostro fianco”. 

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6
Slide 7
Slide 8
Slide 9
Slide 10

Ai ringraziamenti si è unito anche Davide Giazzon: “Ringrazio Badia, la società, Gianni e Piero, lo staff, gli accompagnatori con i quali abbiamo creato legami speciali, abbiamo condiviso e imparato tantissime cose insieme. È stata un’esperienza unica perché ho imparato molto da voi: avete dimostrato che giocate per passione. Durante la stagione avete creato un gran gruppo che ha dimostrato il proprio valore. L’augurio che posso farvi è quello di ripartire da qui la prossima stagione”. 

È poi intervenuto Andrea Muzzi. “Caro Joe, le persone difficili sono quelle più ingombranti perché pretendono e sanno da fare, spesso la qualità e lo spessore delle persone si misura nei risultati ottenuti – ammette Muzzi -. Aver formato una persona che verrà dopo di te ti fa onore, non è facile. Voglio ringraziarvi perché mi dite che sono stato fondamentale, Badia mi ha dato molto, ora però l’obiettivo sarà coinvolgere altre realtà del territorio. Per questo organizzeremo una cena con le aziende al fine di renderle partecipi, perché non trovo giusto che sia quasi tutto a carico mio. Sarebbe bello che ci fosse una partecipazione e una platea più ampia che garantirebbero a livello societario una serenità maggiore”. 

Dopo i saluti ed i ringraziamenti del direttore sportivo biancazzurro Matteo Equisetto che ha ringraziato Van Niekerk per il lavoro svolto e la squadra per il carattere dimostrato nelle ultime partite, è intervenuto il direttore sportivo della Rugby Rovigo Polla Roux che ha dichiarato di voler continuare il progetto che vede il Polesine unito a livello rugbistico. Presenti alla serata anche l’assessore alla cultura Valeria Targa, il consigliere con delega allo Sviluppo del Territorio e sponsor Ivo Baccaglini e l’assessore allo Sport, Stefano Baldo. “Siamo noi a ringraziare voi. Più di 40 anni fa, Gianni e Piero, i fondatori, hanno iniziato questo percorso che sta dimostrando impegno anche nel settore giovanile – dichiara Baldo -. Ringrazio tutti, in particolare Joe che non ha mai mollato, Federico Lubian che, nonostante fosse fuori dal campo, è sempre stato presente e vicino alla squadra ed ogni elemento della società: siete una bellissima realtà”. 

Durante la serata c’è stato il passaggio di testimone con il futuro allenatore annunciato da Dolcetto. “Per noi la formazione è importante ed è per questo che ci tengo ad informarvi che l’allenatore per la prossima stagione sarà Matteo Davide Maran”. Maran, rodigino doc, laureato in legge, classe 1992, è cresciuto fin da piccolo alla Monti Rovigo. Ha esordito in prima squadra il 26 novembre del 2011 al Battaglini contro il Prato, nel 2016 ha vinto lo scudetto con i Bersaglieri e l’anno successivo è andato ai Medicei, dove è rimasto fino al 2019/20. Con la squadra di Firenze nel 2017, Matteo ha vinto la promozione in Eccellenza. Nel 2020/2021 ha fatto parte della rosa del Verona, in Serie A, l’anno successivo è tornato a Rovigo. Nelle ultime due stagioni è stato allenatore della touche nel Borsari Badia e da adesso sarà primo allenatore dei biancazzurri. 

Dopo gli applausi sono state consegnate le maglie da gioco ad ogni atleta ed il pallone autografato a Joe prima di concludere la serata con il taglio della torta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie