Casellato furioso, non ha digerito la penalità che ha deciso la partita

L’head coach del Colorno contesta la decisione finale di Vedovelli, che ha assegnato un penalty risultato decisivo in favore della FemiCz Rovigo 

ROVIGO – Umberto Casellato, head coach del Colorno, ex tecnico della Rugby Rovigo, non ha digerito la decisione di Vedovelli nel finale. Il direttore di gara di Sondrio, a dire il vero, non è sembrato in grande giornata. Le chiamate in mischia chiusa non le abbiamo capite, la cosa più grave è che non ci hanno capito nulla nemmeno i giocatori. Una mischia dominante nel primo tempo quella dei Bersaglieri, poi i rossoblù si beccano penalità a raffica. Ci sarà da lavorare per capire il perchè. 

LEGGI LA CRONACA DI RUGBY ROVIGO – COLORNO

LEGGI LE PAROLE DI COACH LODI E STEFANO SIRONI

Ma coach Casellato, che in sala stampa a tratti si trattiene, non le manda a dire “Sono deluso dal mondo del rugby in generale, perchè il protagonismo degli arbitri è una cosa incredibile. Fischiare un calcio che determina la partita, dopo che abbiamo preso 5-6 penalità in tutti gli 80 minuti, decidere un match per una cosa sbagliata assolutamente, ma in un confronto così tirato, secondo me c’è qualcosa di sbagliato”.

Sul 12-9 per il Colorno la FemiCz tenta di entrare in zona rossa, ma Vedovelli fischia una mischia in favore degli emiliani. Mancano 4 minuti al termine. Dopo qualche istante cambia la decisione assegnando un calcio di punizione per il Rovigo per un comportamento antisportivo di Ferrara nei confronti di Zottola (urla addosso al giocatore a terra davanti a Vedovelli – vedi foto), ma non abbiamo sentito cosa, ndr). A norma di regolamento ci sta, ma evidentemente perdere per un episodio simile brucia parecchio.

“Dal punto di vista della disciplina siamo venuti qui per vincere la partita, abbiamo fatto tutto perfettamente, ma sono molto amareggiato per i ragazzi e lo staff per come hanno lavorato per preparare questa partita, scusate ma un calcio del genere non lo accetto. Quanti l’avrebbero fischiato? Il Rosella che era giudice di linea avrebbe fischiato una cosa del genere su una partita tirata così? No. Forse Piardi. Sono amareggiato, però chi vince ha sempre ragione”.

Il Rovigo nell’occasione ha rinunciato a pareggiare scegliendo la touche, lancio perfetto di Cadorini per Sironi, palla in cassaforte e lo stesso tallonatore vicentino segna la meta della vittoria della FemiCz a 4 minuti dalla fine.

Casellato (nella foto qui sopra consolato da coach Lodi) è un fiume in piena “Dopo sette penalità contro il Rovigo non c’è stato un richiamo verbale, sapevamo che avremo avuto delle difficoltà contro i rossoblù, la squadra è molto forte, la classifica lo conferma, ma sono entrati una volta nei nostri 22 metri, quella della meta, forse due”.

Forse il Colorno può recriminare sui punti lasciati per strada nel primo tempo, ha rinunciato a piazzare per tre volte cercando il bersaglio grosso, sbattendo su una difesa mostruosa del Rovigo.

“I ragazzi si sentivano di prendere quei rischi, ma alla fine la partita non l’abbiamo vinta, ma sono contento della squadra e della prestazione, non posso chiedere di più. Evidentemente non siamo ancora maturi per vincere al Battaglini”.

Giorgio Achilli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie