Chiuso l’anno accademico dell’Università popolare di Badia 

Iniziato il 5 ottobre 2021, si è chiuso martedì 3 maggio l'anno accademico dell'Università popolare di Badia Polesine (Rovigo)

BADIA POLESINE (Rovigo) –  Iniziato il 5 ottobre 2021, si è chiuso martedì 3 maggio l’anno accademico dell’Università popolare di Badia. La sezione locale dell’Upp ha tenuto all’abbazia della Vangadizza l’appuntamento conclusivo con la presentazione del libro di Enrico Bonafè “Parla italiano – Difendere la nostra lingua dai forestierismi”. Il pomeriggio in Vangadizza è terminato con la consegna degli attestati di partecipazione a tutti i corsisti che hanno seguito durante l’annata le lezioni proposte. Il coordinatore dei corsi badiesi da 14 anni è il prof.  Enzo Ortolan, mentre alla chiusura ha partecipato anche l’assessore alla Cultura Valeria Targa, che ha ringraziato Ortolan e il presidente dell’Università per il lavoro organizzativo di programmazione dei vari appuntamenti nonostante gli strascichi del Covid. 

Enzo Ortolan

Delle difficoltà realizzative ha parlato Ortolan ricordando però soddisfatto che “È stata un’annata positiva e nonostante le difficoltà pandemiche siamo stati una delle poche sedi che non ha subito interruzioni durante l’anno e posso dire che alla fine tutto è andato bene, confermando anche il numero degli iscritti”. L’Università popolare del resto è una realtà consolidata ed offre ai partecipanti occasioni di approfondimento, riflessione e di stimolo, oltre che essere un incentivo al confronto. Gli iscritti sono un’ottantina (solo leggermente inferiore al periodo pre-covid) e i frequentanti mediamente 30. Molto apprezzati sono stati gli appuntamenti con gli autori.

Ortolan ringrazia per la collaborazione ricevuta il m° Gabriele Giusto.

Ugo Mariano Brasioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie