Cittadin a Boara promette una piazza ed eventi per il commercio

Ballottaggio Rovigo: per Valeria Cittadin concorrenza ai centri commerciali, democrazia partecipata, e ritorno sulla rotatoria promessa dalla Lega per il ponte sull'Adige

ROVIGO – Non si ferma il tour di Valeria Cittadin nei quartieri di Rovigo. La candidata sindaco nella mattinata di sabato 15 giugno è tornata ad incontrare residenti e commercianti di Boara.

“Questa comunità è unita e vivace, come quella di molte altre frazioni – ha spiegato Cittadin – Lungo le strade e nei negozi si respira un grande attaccamento al territorio e ai suoi simboli. Chi amministra deve tenerne conto e dotare anche questa zona di Rovigo di servizi, infrastrutture e opportunità per famiglie e commercianti”.

Durante la sua visita, Valeria Cittadin ha incontrato esercenti e artigiani e visitato la statua di Maria Fueghina, storica fruttivendola di Boara, che ha vissuto per 106 anni, attraversando tre secoli di storia. “Chi apre un negozio non offre solo della merce, ma fa un servizio a tutta la comunità. Per questo va aiutato a difendersi dalla concorrenza delle grandi catene commerciali. A Boara, come negli altri quadranti del nostro comune, favoriremo la realizzazione di eventi e manifestazioni, che possano riavvicinare i rodigini al nostro meraviglioso patrimonio di botteghe storiche – ha chiarito Cittadin – In questa frazione, in particolare, servono una piazza davanti alla Chiesa di San Zenone, che ancora non c’è. E più decoro, più cura di strade e marciapiedi, oltre a uno sforzo, da fare insieme agli enti superiori, per finanziare la ristrutturazione degli impianti sportivi”.

Quanto al tema viabilità, Cittadin parla di una riorganizzazione generale, che dovrà prima essere condivisa con gli abitanti. “La stagione delle scelte calate dall’alto è finita. Ora inauguriamo un nuovo percorso fatto di ascolto e partecipazione – ha concluso – Quanto alla tanto attesa rotatoria fra la statale e Viale Porta Adige, posso garantire che, se sarò eletta, nei primi giorni di mandato darò seguito alle indicazioni ricevute nelle scorse settimane dal viceministro alle infrastrutture Edoardo Rixi (LEGGI ARTICOLO), che ha dato l’ok al dialogo con Anas per il progetto.

In questo modo, risolveremo i problemi di traffico di tutta la zona nord, garantiremo più sicurezza agli utenti della strada e, contemporaneamente, potremo ridurre i livelli di inquinamento di questa frazione”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie