Consiglio Comunale dei Ragazzi: Pietro Pavarin è il nuovo sindaco

Pietro Pavarin è il nuovo sindaco dei ragazzi. L'elezione si è tenuta mercoledì 18 maggio a palazzo Nodari a Rovigo, durante il Consiglio comunale dei ragazzi, con un risultato per nulla scontato, ma giocato all'ultimo voto.

ROVIGO – Pietro Pavarin è il nuovo sindaco dei ragazzi. L’elezione si è tenuta mercoledì 18 maggio a palazzo Nodari, durante il Consiglio comunale dei ragazzi, con un risultato per nulla scontato, ma giocato all’ultimo voto.

Vice sindaco è Aurora Biasin.

Aurora Biasin, Pietro Pavarin ed Edoardo Gaffeo

Un momento molto partecipato dove i ragazzi hanno avuto modo di presentare i programmi elettorali e dei candidati e raccoglierei temi da affrontare con le commissioni.

Il sindaco Edoardo Gaffeo, affiancato dall’assessore alle Politiche giovanili  Erika Alberghini ha portato il suo saluto. “E’ un momento importante di partecipazione democratica – ha detto il sindaco -,  con l’obiettivo del bene comune. Siete una parte fondamentale per la nostra comunità”

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi, nato nel 2006,  un organismo rivolto ai giovani del territorio, con l’obiettivo di promuovere una loro presenza attiva alla vita pubblica locale, ispirandosi ai valori e alle linee guida espresse nelle Convenzioni Internazionali sui Diritti dell’infanzia

Lo scorso 19 novembre nelle scuole elementari e medie si sono tenute le votazioni che hanno portato all’elezione dell’attuale C.C.R.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5

Per dare forma e sostanza alle finalità educative, come ha spiegato Alberghini,  contenute sia nell’agenda delle politiche giovanili, per l’istruzione e la promozione della cultura, che nei Pof delle Scuole per la promozione di un’alleanza scuola-territorio attenta all’idea di una città a misura di bambino, è stata attivata una collaborazione con l’Università di Padova – Dipartimento di Filosofia, sociologia, pedagogia e psicologia applicata (Fisppa) – per la comprovata professionalità e la competenza posseduta nella specificità ed unicità della materia, con particolare riferimento alla funzione della promozione della cultura alla cittadinanza dei giovani consiglieri.

E’ nato così il progetto “GenerAzioni Urbane. La Città delle Rose come comunità fiorente”,  che risponde all’obiettivo di sviluppare nei bambini e bambine, ma anche nei loro educatori, nuove modalità di confronto e dialogo per rafforzare il senso e il valore di appartenenza alla comunità di “cittadini/e che vivono la città”, nel rispetto della cultura dell’accoglienza e della legalità.

Presenti oggi anche Marina Santi referente dell’università di Padova per il progetto e Daniela Guagliumi presidente vicaria della Commissione Pari opportunità del Comune di Rovigo, che ha sottolineato l’importanza delle Pari opportunità, due parole che racchiudono significati profondi del vivere civile, del rispetto dell’altro, il significato della collaborazione tra le persone, della tolleranza, dell’accettazione dell’altro. 

Un grande ringraziamento da parte degli amministratori, alle scuole, ai docenti e alle figure professionali che accompagnano i ragazzi in questo cammino.

Alla fine foto ricordo tra i due sindaci.

Il Consiglio dei Ragazzi è così composto:

Ultime notizie