Continua l’edizione 2024 della Rassegna di Teatro Amatoriale di Crespino

Terzo e ultimo appuntamento con Proposta Teatro Collettivo di Arquà Polesine (Rovigo) che porterà in scena Parenti Serpenti il prossimo sabato

CRESPINO (Rovigo) – Non si ferma la rassegna di teatro amatoriale che, settimana dopo settimana, si sta tenendo al teatro parrocchiale di Crespino, organizzata dalla Parrocchia dei Santi Martino e Severo, curata dal gruppo Noi di Crespino in collaborazione e con la direzione artistica della compagnia teatrale Proposta Teatro Collettivo.

Sabato scorso, una folta platea ha accolto una compagnia polesana, ovvero La Compagnia del Sior Intento, di Pontecchio Polesine che, per la regia di Giorgio Brandolese, anche in scena con gli attori e le attrici, ha proposto al pubblico la commedia brillante Agenzia Matrimoniale, moglie e buoi dei paesi tuoi, amanti e badanti dei paesi distanti, tre atti di Stefano Palmucci.

Una commedia brillante spassosa che si è dipanata momento dopo momento tra divertimenti, gaffe, sotterfugi, scambi di persona, per un risultato davvero spiritoso, unito anche ad una riflessione sul presente tra vecchiaia, agenzie di badanti, disoccupazione, desideri e la vita in coppia. Ma tutto è stato condito da tante risate che dal pubblico sono state apprezzate, tanto da sentire applausi scroscianti dall’inizio alla fine.

Ora, è il turno della compagnia che si sta adoperando per la buona riuscita degli eventi, ovvero Proposta Teatro Collettivo che, sabato 18 maggio, ultima data in rassegna, proporrà un grande must portato in scena negli ultimi anni: per la regia di Giorgio Libanore, Parenti Serpenti, testo di Carmine Amoroso,diventato noto al grande pubblico grazie alla trasposizione cinematografica di Mario Monicelli. La produzione della compagnia arquatese è già stata molto apprezzata in tantissimi teatri del Veneto. È sempre un Natale un po’ fuori dal ‘normale’, quello portato in scena, anche se si affrontano, con ironia e disincanto, tematiche che toccano proprio la nostra quotidianità.

Al centro ci sono infatti le vicende di una famiglia attorno ai due anziani di casa, Trieste e Saverio, durante i giorni di Natale. Parenti serpenti, commedia dal retrogusto amaro, propone infatti un paradossale esempio di fraternità attraverso una grottesca fratellanza di egoismi. In casa di Saverio e Trieste, durante le festività natalizie, tornano i quattro figli. L’annuncio, da parte di Trieste, della volontà di andare a vivere da uno dei figli sarà l’elemento scatenante che porterà fratelli e consorti ad accapigliarsi tra loro smascherando ipocrisie, manifestando rancori sopiti e rivelando sconvolgenti segreti inconfessati, fino a diventare complici “serpenti” che, viscidi e subdoli, arriveranno alla terribile decisione finale. È un teatro di grande comicità con una drammaturgia di scena volta ad esaltare l’aspetto grottesco dei personaggi.

Tutti gli spettacoli hanno inizio alle 21.15 nel Teatro Parrocchiale di Crespino. Per informazioni e prenotazioni solo in orario serale: 3491519633 – 3349056312.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie