Davì a Destefani: I fatti si raccontano come realmente avvenuti

Il sindaco di Canaro contesta la ricostruzione fatta dalla consigliera di minoranza circa l'aggressione verbale ricevuta durante il consiglio comunale

CANARO (Rovigo) – Tiene banco la querelle tra la consigliera comunale Monica Destefani ed il sindaco Alberto Davì che per sfondo la posizione del Comune circa l’impianto in autorizzazione di trattamento rifiuti per la produzione di biometano, ma in primo piano presunti atteggiamenti aggressivi avuti da alcuni membri della maggioranza nei confronti del comitato Salute e territorio al termine dell’ultimo consiglio comunale (LEGGI ARTICOLO).

Interviene direttamente il primo cittadino che dichiara: “Ciò mi stupisce e rattrista, primariamente perché tutto ciò non corrisponde a verità.

Al termine del consiglio del 13 maggio un cittadino ha chiesto il permesso di parlare e rivolgendosi alla consigliera Destefani, che aveva appena letto una interpellanza in cui chiedeva al Sindaco la convocazione di una assemblea pubblica per discutere della autorizzazione all’impianto per la produzione di biometano.

É stato chiesto direttamente alla consigliera, che fa inoltre parte del comitato, quali fossero le azioni intraprese ad oggi dal comitato stesso e quale fosse il ruolo degli appartenenti al comitato in quanto egli, essendosi iscritto, non era mai stato invitato ad alcuna discussione.

La consigliera Destefani, alquanto contrariata, ha risposto alla domanda in maniera sgarbata, e alzando il tono della voce si è recata verso le poltrone riservate al pubblico dove erano presenti l’interlocutore che ha posto la domanda e un componente del comitato, il quale pur non essendo stato coinvolto nella discussione si è probabilmente sentito in dovere di rispondere.

Da questo fatto è nata una discussione alla quale ho cercato di mettere fine richiamando la consigliera ad un comportamento consono al ruolo che ricopre.

Non ritengo vi sia stata alcuna aggressione verbale nei confronti dei membri del comitato, in quanto la richiesta avanzata mi pare legittima.

Ritengo necessario ricordare che l’attuale amministrazione ha più volte invitato il direttivo del comitato ad un incontro di persona, inviti più volte rifiutati.

La consigliera Destefani, secondo sue stesse parole, ha visto un atteggiamento di accanimento nei confronti del comitato ed in particolar modo da parte dell’assessore Bombonato, del prosindaco Manfrin e del consigliere Chinaglia, che in quella sede avevano solo ricordato che il comitato essendosi giuridicamente costituito ha facoltà di organizzare qualsivoglia iniziativa, eventualmente anche con gli aggiornamenti che avrebbe potuto raccogliere dagli incontri proposti più volte da parte di questa amministrazione”.

L’invito del sindaco Davì rivolto alla consigliera Destefani è quello di “raccontare i fatti come sono realmente avvenuti, ricordandole che, altrimenti, la diffamazione può essere perseguita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie