Dominio delle Farfalle azzurre a Pamplona 

La polesana Alessia Maurelli ha guidato le azzurre sul gradino più alto del podio nella prima tappa della Challange Cup 

PAMPLONA (Spagna) – Dopo aver dominato nella tappa di Baku di Coppa del Mondo la ginnasta polesana Alessia Maurelli e le Farfalle (di cui è la capitano) dominano anche a Pamplona in Spagna nella prima tappa della Challange Cup.

La squadra azzurra, guidata dalla Dt Emanuela Maccarani (Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea, Daniela Mogurean e Laura Paris), infatti torna dalla spedizione iberica con tre medaglie d’oro. Venerdì nella prima prova del concorso All Around ha eseguito un esercizio ai 5 cerchi praticamente perfetto, strappando alla giuria il punteggio quasi da record di 36,050 che gli permette di piazzarsi subito in vetta alla classifica, davanti ad Israele (32.200) e alla Spagna 32.000. Solo 4^ la Bulgaria con 31,650.

La performance delle Farfalle sul loro nuovo esercizio esibito sulle note di “They don’t care about Us” di Michael Jackson ha sbaragliato la concorrenza.

Sabato pomeriggio, poi, nell’esercizio misto (tre palle e due nastri) le Farfalle hanno replicato e con il punteggio di 32,850 hanno confermato il primato in classifica raggiungendo quota di 68,900 che è valso il primo posto e quindi la medaglia d’oro. Sul podio con le Farfalle Israele (62.800) e Spagna (61.100).

Anche in questo caso l’esibizione con i tre nastri e le due palle sulle note di “Mercy in Darkness” di Two Steps From Hell & Thomas Bergersen ha conquistato giuria e pubblico.

Nella giornata di ieri, poi, si sono svolte le finali di specialità e anche in questo caso a trionfare sono state le Farfalle che dalla prova di Pamplona della Challange Cup tornano a casa con ben tre medaglie d’oro.

Nella specialità cinque cerchi è salita sul gradino più alto del podio conquistando 36,050 punti davanti Spagna (31,650) e Azerbaijan (31.000).

Oro anche nella specialità mista (tre palle e due nastri) con le Farfalle che si sono “accontentate” di 29.600 per salire sul gradino più alto del podio davanti a Bulgaria (28,700) e Azerbaijan (27.550).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie