Estate elettrizzante per gli atleti del Canoe Rovigo 

Rafting, gare e Sup, la meravigliosa estate del Canoe Rovigo e nuovo tecnico federale: Davide D’Onghia 

ROVIGO – Estate ricca di stimoli e divertimento per il gruppo degli atleti del Canoe Rovigo sotto la direzione sportiva di Aneta Andziak. Le parole d’ordine sono state state “nuove esperienze sportive”. Il periodo estivo è stato il periodo giusto per affrontare le diverse discipline: canoa olimpica (velocità), canoa in torrente, rafting, canoa polo e Sup, un nuovo sport della Federcanoa. 

Questo si è svolto affrontando le acque bianche del fiume smeraldo Soca in Slovenia, gli allenamenti in acqua piatta sul Canalbianco e le svariate trasferte.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6

Il raduno sportivo in acqua mossa si è disputato nel territorio sloveno del Parco nazionale Triglav, in località Bovec. Una settimana in tenda immersi nella natura selvaggia e misteriosa, in un luogo di rilievo internazionale per il wild water, dove si incontrano canoisti amatori, agonisti, o semplicemente gli amanti dell’acqua mossa, che cercano un pizzico di adrenalina. Il gruppo composto da 13 atleti è stato seguito con attenzione dallo staff tecnico del Canoe Rovigo, allenatori ed istruttori dalla grande esperienza in acque selvagge. I ragazzi forniti di abbigliamento specialistico come muta, scarpette di neoprene, giacca d’acqua, salvagente, caschetto, hanno affrontato, con il battito del cuore a mille, tutte le difficoltà delle rapide, in totale sicurezza. Sono stata impartiti e praticati gli esercizi fondamentali di salvataggio, i tuffi e il nuoto in acqua gelida (10-12°C), le lezioni della “lettura” del fiume, le prove di eschimo (ovvero come capovolgersi con la canoa sott’acqua), le tecniche da adattersi con la canoa in torrente, tutte esperienze che hanno notevolmente migliorato le capacità sportive degli atleti, permettendo loro di poter affrontare anche le rapide di II e III grado di difficoltà. “Le abilità acquisite in torrente – spiega Andziak – si riversano in modo diretto sulla disciplina della canoa velocità, svolta sulle acque tranquille (acqua piatta – flat water), dando agli atleti una maggiore padronanza della canoa e sicurezza del movimento”. 

Subito dopo il raduno sono stati ripresi gli allenamenti sul Canalbianco. La gara regionale in Friuli Venezia Giulia, svoltasi a San Giorgio di Nogaro domenica scorsa, ha visto la partecipazione di 7 atleti del Canoe Rovigo. Sfiora l’oro e arriva secondo in distanza 200m il giovanissimo Antonio Maran in cat. Allievi A. Fa un’ottima performance anche in distanza lunga dei 2000m, inizia in punta, ma non riesce mantenere il ritmo degli avversari piazzandosi al sesto posto. In equipaggio con Paolo Vendemiati arriva settimo. Quell’ultimo, un’atleta molto promettente anche se con poca esperienza di gara, arriva settimo in velocità, nel fondo si classifica undicesimo. Argento anche per l’equipaggio composto dalle piccole, Celeste Moretto e Maia Turri che fanno un eccellente scatto nello sprint dei 200m. Si fa valere Emma Pizzo che per poco manca il podio e si piazza quarta, nella gara di fondo, affrontata in equipaggio doppio con Maia Turri, conclude al nono posto. 

Margherita Moretto è settima nei 200m, nel fondo chiude sesta. Molto bene Moretto Celeste, quinta. Eccellente prestazione del cadetto A Antonio Bertelli, che ogni volta migliora i suoi tempi e sale di posto. Quarto nella gara dei 200m, sesto nei 2000m. 

Importante novità sul fronte dello staff per il Canoe Rovigo è “l’acquisto” di un nuovo tecnico federale del settore Stand Up Padle. Davide d’Onghia, seguirà i ragazzi anche in questa nuova disciplina della federcanoa, che si sta sviluppando velocemente in tutto il mondo, compresa l’Italia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie