Fuga di gas ed esplosione, morti madre e figlio residenti ad Occhiobello

Tragedia immane nel parcheggio davanti alla Decathlon di Ferrara, due le vittime trovate all’interno del mezzo dai Vigili del fuoco, sul posto la Polizia e il Suem 118

FERRARA – Tragedia spaventosa nel tardo pomeriggio di martedì 6 febbraio a Ferrara nel parcheggio del  Decathlon tra via Veneziani e via Saragat. I testimoni hanno udito distintamente almeno una esplosione, un rogo devastante ha avvolto il camper parcheggiato all’esterno del noto esercizio commerciale.

(Foto Businesspress)

All’interno del mezzo una bombola di gas, una volta acceso il fornello all’interno del camper l’esplosione che ha provocato la morte di madre e figlio rispettivamente di 87 e 60 anni. Inutili i soccorsi arrivati tempestivamente dal comando provinciale dei Vigili del fuoco di Ferrara, Questura e Suem 118.

Le vittime sono entrambe di Occhiobello (Rovigo), Stefano Cavalieri 60 anni e la madre Mirella Graziosi, 87enne, abitavano in un appartamento a Santa Maria Maddalena, ma la vicenda ancora non è chiara. Il figlio, che prima risiedeva a Consandolo, frazione di Argenta (Ferrara), accudiva la madre che soffriva di ipoacusia, e per questo era seguita anche dai servizi sociali. Il camper era stato acquistato nel 2022.

(Foto Businesspress)

I due corpi sono stati ritrovati carbonizzati all’interno del camper, la Procura di Ferrara ha disposto ovviamente il sequestro del mezzo per far luce sulla vicenda. Allo stato attuale l’ipotesi più accreditata è la fuga di gas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie