Giacomo Matteotti, polesano, politico e studioso del diritto tributario

L’evento a Palazzo Roncale a Rovigo ha costituito un'occasione unica per riscoprire un Giacomo Matteotti inedito, appassionato studioso e prolifico autore 

ROVIGO – Nella giornata di giovedì 4 luglio 2024 a Rovigo presso la meravigliosa cornice di Palazzo Roncale, dove è stata allestita la mostra “Giacomo Matteotti. Una storia di tutti”, è stato celebrato il convegno “La riforma tributaria il metodo Matteotti – Nel centesimo anniversario della morte di Giacomo Matteotti ”. 

Dopo i saluti istituzionali della prof.ssa Maria Lodovica Mutterle direttrice della casa museo di, dell’avvocato Giampietro Berti presidente dell’ordine degli avvocati di Rovigo, del dottor Riccardo Borgato presidente dell’ordine dei commercialisti di Rovigo sono intervenuti all’evento in qualità di relatori il professor Francesco Tundo dell’Università di Bologna autore del libro “La riforma tributaria – il Metodo Matteotti”, il prof. Mauro Beghin dell’Università di Padova, il prof. Marco Greggi per la sede di Rovigo dell’Università degli studi di Ferrara e dell’avvocato Michele Tiengo presidente della camera degli avvocati tributaristi del Veneto. 

L’evento ha costituito un’occasione unica per riscoprire un Giacomo Matteotti inedito, appassionato studioso e prolifico autore in materia tributaria.

Matteotti infatti fu in grado, nel suo tempo e per il suo tempo, di tratteggiare una riforma fiscale coerente con la sua visione politica e con quelle che lui riteneva essere le priorità del popolo italiano. Come affermato nel lavoro del prof. Francesco Tundo, Matteotti  è alla continua ricerca, dell’equità,  della giustizia sociale … ma soprattutto della verità. 

Nel libro “Il metodo Matteotti” viene ripercorso il suo viaggio… evidenziando il suo coraggio e la sua lucidità ma soprattutto si evince la coniugazione di Matteotti tra la sua visione socialista di una società più giusta e le norme tributarie, in particolare nei principi che dovrebbero ispirare una corretta tassazione.

Gli illustri relatori (i prof. Begin, Tundo e Greggi titolari delle cattedre di diritto tributario delle rispettive Università e l’avvocato Tiengo) hanno posto l’accento sulla modernità delle idee fiscali di Matteotti e ne hanno esaltato la grandezza in particolare nella ricerca della verità. 

Dal convegno emerge una visione comune, per ricordare al meglio questo splendido polesano “è necessario non rimanere ancorati alla mera memoria, ma è doveroso cercare di capire e vedere quello che lui aveva visto divenendo un po’ tutti Pellegrini alla ricerca della verità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie