Gino Spinello: “I civici hanno uno strano modo di gestire il bene comune”

Il consigliere comunale del Partito Democratico di Adria (Rovigo) sottolinea diverse tematiche di criticità dell'amministrazione civica

ADRIA – Durante l’ultimo consiglio comunale di Adria dello scorso mercoledì 18 maggio non è mancato, nella discussione del punto sul documento unico di programmazione, l’intervento del consigliere comunale Sandro Gino Spinello, che ha toccato diverse tematiche.

Nello specifico rivolgendosi ai civici: “Credo sia veramente discutibile la vostra gestione dei beni comuni. Infatti per me un bene comune è di tutti e non di alcuni. Un esempio è sicuramente i campi di Bottrighe e Borgo Dolomiti che sono a uso esclusivo”.

Proseguendo poi: “I campi sportivi sono stati costruiti e resi fruibili da volontari che hanno voglia di far bene, ma voi li state mettendo in serie difficoltà.

“Avete sempre parlato di partecipazione, ma mi sembra che il vostro programma e il vostro comportamento sia ben altro che volto a questo aspetto; non avete il coraggio di mettervi in discussione”.

Concludendo: “Penso infine che il fallimento più grande sia stato quello della gestione del personale comunale. Tre segretari comunali cambiati in quattro anni, oltre alla concentrazione in due figure apicali di 79 dipendenti su più di cento; oltre a considerare il fatto che tanti dipendenti sono scappati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie