I Carabinieri della provincia di Rovigo hanno perseguito l’85% dei reati commessi in Polesine

Nel 2023 ai Carabinieri di Rovigo sono arrivate 10 mila chiamate in più. In provincia diminuiscono i furti in abitazione, aumentano i reati legati al “codice rosso”

ROVIGO – Una presenza costante nel territorio quella dei militari dell’Arma, lo testimonia l’inequivocabile numero dei reati perseguiti in Polesine, ben l’85% di quelli commessi in provincia di Rovigo.

Venerdì 12 gennaio il colonnello Edoardo Campora, comandante provinciale dell’Arma, con il capitano Francesco Marino, comandante della Compagnia di Rovigo, e il maresciallo Federico Fornerone, comandante della Stazione di Fratta Polesine, ha illustrato la poderosa attività messa in campo dai Carabinieri in Polesine. 

Un’attività non solo fatta di repressione e controllo del territorio, ma anche di prevenzione e informazione, l’arma vincente per scoraggiare crimini predatori e truffe ai danni degli anziani. Nel corso del 2023 i Carabinieri hanno effettuato numerosi arresti, una banda di albanesi (in trasferta) è stata sgominata. Un’operazione che ha contenuto notevolmente il numero dei furti in abitazione. Ma sul campo della comunicazione che l’Arma dei Carabinieri ha compiuto un passo importante. Sono sempre più frequenti gli incontri con gli anziani per spiegare come difendersi dalle truffe, proprio qualche giorno fa un caso eclatante ad Occhiobello, la signora ha subito chiamato i familiari, che hanno a loro volta allertato i Carabinieri. (LEGGI ARTICOLO).

“Quello delle truffe è un fenomeno rilevante – ha sottolineato il comandante Edoardo Campora – importante è anche l’intervento dei più giovani, che sono a contatto con gli stessi anziani, la comunicazione è fondamentale”.

Inevitabile la domanda su Fleximan, da mesi i velox sono presi d’assalto in Polesine (LEGGI ARTICOLO), ben 8 gli atti vandalici (ma il fenomeno è nazionale) “c’è attenzione sicuramente sotto il profilo preventivo e repressivo – ha sottolineato il colonnello – non posso fare previsioni e bilanci, ma ci stiamo lavorando”.

ROVIGO – 12/01/2024 conferenza stampa carabinieri con i comandanti federico fornerone di Fratta Polesine, il colonnello comandante provinciale edoardo campora ed il comandante di Rovigo francesco marino (c) Luca Biasioli

Bocche cucite sulle indagini dell’Arma, non resta che attendere.

I Carabinieri nel 2023 hanno perseguito 5.714 delitti sui 6.539 perpetrati in tutta la provincia (quindi l’arma persegue oltre l’85% dei reati commessi nel Polesine) che hanno portato nel 2023 al deferimento complessivo all’Autorità Giudiziaria di 2.024 persone (erano state 1.858 le persone complessivamente deferite nel 2022) di cui 203 in stato di arresto e 1.821 in stato di libertà. 

Il numero di emergenza 112 (gestito direttamente dalla centrale operativa del comando provinciale di Rovigo con il supporto delle centrali delle compagnie di Adria e Castelmassa) ha complessivamente ricevuto 81.413 chiamate (71.664 nel 2022), con oltre 223 chiamate al giorno, nonché gestito 7.553 interventi (7.371 nel 2022), circa 21 interventi al giorno;

Nel corso dei servizi esterni (ordinari e straordinari) svolti nell’intero anno 2023, i Carabinieri delle stazioni e dei nuclei radiomobili del Polesine hanno: controllato 61.530 persone, circa 170 al giorno (53.263 del 2022) nonché 45.929 veicoli, circa 126 al giorno (37.642 nel 2022); deferito in stato di libertà 122 persone per “guida sotto l’influenza dell’alcool” (118 nell’anno 2022) e 32 persone per “guida in stato di alterazione in conseguenza assunzione sostanze stupefacenti” (37 nell’anno 2022);  rilevato, in tutto il territorio provinciale, 442 incidenti stradali (311 nell’anno 2022) di cui 9 con decessi (11 nell’anno 2022) e 275 con feriti (223 nell’anno 2022).

ROVIGO – 12/01/2024 conferenza stampa carabinieri con i comandanti federico fornerone di Fratta Polesine, il colonnello comandante provinciale edoardo campora ed il comandante di Rovigo francesco marino (c) Luca Biasioli

Nel contrasto al traffico di sostanze stupefacenti i reparti del provinciale Carabinieri di Rovigo hanno complessivamente perseguito 47 reati con 16 persone arrestate e 42 persone denunciate in stato di libertà, nonché segnalato quali assuntori di sostanze 148 persone, di cui 25 minorenni.

Sul fronte reati del cosiddetto “codice rosso” c’è da segnalare che nell’intero anno 2023 sono stati perseguiti dall’arma polesana 127 delitti (110 nel 2022) con complessivamente 14 persone arrestate e 130 denunciate in stato di libertà e un trend in aumento registrato in particolare nell’ultimo trimestre in cui si sono effettuati 7 arresti e 43 denunce in stato di libertà.

Sul fronte dei reati contro il patrimonio si registra il dato positivo di una ulteriore diminuzione dei furti in abitazione (in generale su base annua) e quelli perseguiti dall’Arma che nell’intero 2023 sono stati 527 (contro i 555 dell’anno precedente) con una importante crescita dei reati scoperti, grazie alle diverse attività condotte, in particolare quella nei confronti di un gruppo di cinque cittadini albanesi autori di decine di furti e rapine in abitazioni del Veneto e dell’Emilia-Romagna, tutti arrestati tra maggio e ottobre 2023.

Molte le operazioni e le complesse indagini condotte dai Carabinieri nel 2023.

Il 3 aprile 2023 il giallo del Polesine (LEGGI ARTICOLO). Dopo sei giorni di intensi e delicati accertamenti, i Carabinieri del nucleo investigativo di Rovigo e della Compagnia di Adria, riuscivano a far luce sul “giallo” relativo al rinvenimento della giovane madre, soccorsa nella sua abitazione di Ariano nel Polesine (ro), la sera del 28 marzo 2023, e poi deceduta (per una grave lesione al cranio a causa di un proiettile) nel reparto rianimazione dell’ospedale di Rovigo. A conclusione delle complesse attività, che avevano portato al ritrovamento nelle pertinenze dell’abitazione di un’arma compatibile con il proiettile che aveva causato la morte della giovane e i chiarimenti avuti dagli stretti familiari della vittima, si riconduceva l’omicidio della donna ad un evento di natura colposa, frutto di condotta accidentale posta in essere dal figlio della vittima (minore e non imputabile) che si era impossessato di un’arma incustodita.

Il 6 maggio 2023, a conclusione di una complessa ed articolata attività d’indagine, i Carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale Carabinieri di Rovigo e dell’aliquota operativa della Compagnia di Adria (Ro), hanno dato esecuzione a tre misure cautelari in carcere, nei confronti di altrettanti soggetti di origine albanese, ritenuti responsabili di due rapine e trentuno furti in abitazioni perpetrati in diverse province del Veneto e dell’Emilia Romagna. nel corso delle esecuzioni sono state sequestrate ingenti somme di denaro e numerosi oggetti aurei, provento di furti in abitazioni. due ulteriori cittadini albanesi, complici dei predetti, ed inizialmente sfuggiti alla cattura perché all’estero, alla fine dell’ottobre 2023, con la collaborazione dei servizi di cooperazione internazionale e della polizia nazionale slovena, sono stati bloccati ed arrestati vicino Capodistria (Slo) mentre con documenti falsi cercavano di rientrare in Italia LEGGI ARTICOLO. Sempre con la collaborazione degli organi internazionali e la Polizia lituana, nella scorsa estate era stata individuata e sequestrata la potente autovettura Audi Rs3 utilizzata dal gruppo durante i raid.

Il 27 maggio 2023 i Carabinieri della stazione di Loreo (Ro), hanno arrestato per concorso in “detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti” due uomini di origine marocchina, un 39enne ed un 44enne, entrambi incensurati e residenti in limitrofi comuni del Polesine, i quali, controllati a bordo di autovettura e sottoposti a perquisizione, venivano trovati in possesso di 1,025 chilogrammi di cocaina. Le successive perquisizioni domiciliari consentivano di rivenire ulteriori 216 grammi di cocaina nonché 1,051 chilogrammi di hashish. LEGGI ARTICOLO

Il 24 ottobre 2023 i Carabinieri della compagnia di Adria (Ro), hanno dato esecuzione a misure cautelari nei confronti di tre giovani, di nazionalità italiana e residenti in provincia di Rovigo, ritenuti responsabili di delitti contro la pubblica incolumità mediante violenza. il primo avvenuto in Adria il 31 marzo 2023 per aver compiuto atti al fine di uccidere e tali da porre in pericolo la pubblica incolumità, collocando e facendo esplodere un ordigno esplosivo artigianale composto da una miscela di tipo pirotecnico a base di perclorato di potassio, polvere nera ed alluminio sulla base del portone del condominio a Cavanella Po nel comune di Adria in via Dogana n. 20. il secondo a Rosolina il 29 luglio 2023, per aver detenuto e portato in luogo pubblico materiale esplodente che lanciavano in prossimità degli appartamenti del Villaggio Tizè di Rosolina mare, causando tre esplosioni, anche in direzione degli appartamenti. LEGGI ARTICOLO

Il 7 dicembre 2023, a Badia Polesine (Ro), i Carabinieri del nucleo investigativo e della compagnia di Rovigo, hanno arrestato per “detenzione e spaccio di sostanze stupefacente”, resistenza a pubblico ufficiale, e porto di armi o strumenti atti all’offesa” due cittadini marocchini, un ventenne ed un ventinovenne, dimoranti in quel centro cittadino che, a seguito di controllo e perquisizioni, effettuate dopo aver vinto un resistenza opposta, i due venivano complessivamente trovati in possesso di un’arma poi risultata imitazione, due grossi coltelli, 20 grammi di cocaina e 1,1 chilogrammi di hashish, oltre a ventinovemila euro in contanti, ritenuto provento di spaccio. LEGGI ARTICOLO

Impegno massimo dei Carabinieri contro gli atti predatori. Il 1 marzo 2023, i Carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Rovigo, unitamente a quelli delle stazioni di San Martino di Venezze e Costa di Rovigo, hanno arrestato in flagranza di reato tre pregiudicati residenti in provincia di Verona, per “tentato furto in abitazione”, “resistenza a pubblico ufficiale”, “possesso di materiale contraffatto”, “falsità materiale” e “possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli”, sorpresi nelle campagne della frazione Grompo di Rovigo (LEGGI ARTICOLO) subito dopo un tentativo di furto in abitazione. nella circostanza gli autori, dopo aver opposto resistenza ai militari, hanno tentato la fuga venendo comunque raggiunti e immobilizzati e trovati in possesso di grimaldelli, targhe contraffatte, lampeggianti per mezzi di soccorso ed ulteriore materiale comprovante una loro abitualità nella tipologia di reati. 

Il 14 luglio 2023 i Carabinieri della stazione di Ariano nel Polesine (Ro) (LEGGI ARTICOLO), hanno arrestato un uomo 29enne di origine marocchina residente a Loreo e domiciliato a Mesola (Fe), per rapina aggravata nei confronti di una donna 33enne. l’uomo si era recato presso l’abitazione della donna che conosceva, forzando la porta di ingresso per entrare in casa. una volta all’interno l’aveva ripetutamente spinta e picchiata impossessandosi poi della somma di 300,00 euro in contanti che erano custoditi in un cassetto. Subito dopo si è dato alla fuga venendo raggiunto e arrestato dai Carabinieri allertati.

Il 23 settembre 2023, i Carabinieri del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Rovigo e della stazione di Polesella, hanno dato esecuzione a misure cautelari in carcere emesse a carico di due cittadini italiani autori di una dozzina di furti in concorso e indebiti utilizzi di carte bancomat, i primi avvenuti per lo più presso i parcheggi di alcuni supermercati delle province di Rovigo, Padova e Venezia. LEGGI ARTICOLO

Il 7 novembre 2023 i Carabinieri della stazione di Ficarolo e dell’aliquota radiomobile della compagnia di Castelmassa, nell’ambito di specifici servizi finalizzati alla prevenzione e alla repressione dei reati contro il patrimonio, predisposti dalla locale compagnia Carabinieri, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un 32enne e una 49enne, entrambi con precedenti, italiani e residenti nel ferrarese, sorpresi nella flagranza di reato di un furto in un’abitazione di Gaiba (Ro). LEGGI ARTICOLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie