I circoli Dem del Medio Polesine contro il Pd rodigino anti Gaffeo

Lo strappo in maggioranza del Pd di Rovigo ha distrutto la credibilità del partito di Elly Schlein. Riconsegnate le tessere anche nei circoli di Villadose, Ceregnano, San Martino di Venezze, Pettorazza Grimani, Crespino

ROVIGO – I circoli locali del Partito democratico di Villadose (guidato da Sergio Manzon), San Martino di Venezze e Pettorazza Grimani (guidato da Paolo Traversi), Ceregnano (guidato da Giacomo Stoppa), e Crespino (guidato da Luca Crepaldi) esprimono una fortissima preoccupazione per la situazione venutasi a creare a Rovigo, dopo le dimissioni del sindaco Edoardo Gaffeo, causate dall’uscita dalla maggioranza dei consiglieri del Partito democratico. 

“I dirigenti del circolo di Rovigo – si legge nel comunicato stampa diramato – hanno giustificato la loro scelta appellandosi allo statuto del partito, che consente la piena autonomia ai circoli, senza farsi carico delle conseguenze di una decisione così devastante sugli altri circoli del territorio, che in un colpo solo ha danneggiato l’immagine del partito e buttato al vento mesi di lavoro, annullando in un attimo la spinta di rinnovamento dovuta all’elezione della segretaria Elly Schlein“. 

“Stiamo assistendo – spiegano i quattro coordinatori medio polesani – ad una restituzione delle tessere o rifiuto di rinnovo in tutti i circoli.

Per gli elettori sarà molto difficile fare una distinzione tra volontà del circolo di Rovigo e Partito democratico.

A questo va aggiunta la goccia che ha fatto traboccare il vaso, ovvero l’affissione di costosissimi manifesti in città, dove a finire sotto attacco sono state le nostre tre donne assessori: Benedetta Bagatin, Giorgia Businaro e Mirella Zambello, che finora avevano lavorato bene, come dimostrano gli attestati di apprezzamento pervenuti dalla cittadinanza, a dimostrazione della competenza e professionalità del loro operato, e alle quali esprimiamo tutta la nostra solidarietà politica e umana”. 

La nota stampa si conclude: “I nostri circoli si mettono a disposizione per partecipare a tutte le iniziative che riportino la politica del fare e il dibattito costruttivo tra gli iscritti e i simpatizzanti, lasciando da parte una volta per tutte interessi personali, chiedendo con forza che una delegazione dei circoli polesani sia ricevuta dal segretario provinciale, regionale e nazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie