Il Ca’ Emo è pronto per la sua finale del Trofeo Veneto

Nella serata di mercoledì 4 maggio si giocherà la finale del Trofeo Veneto di Seconda Categoria con la squadra adriese (Rovigo) che sfiderà il Nove Stefani Consulting

CA’ EMO (Rovigo) – Quell’epilogo che nessuno si sarebbe mai aspettato. Il Ca’ Emo calcio si giocherà, mercoledì 4 maggio alle ore 20.30 presso lo stadio comunale di Spinea, la finale del Trofeo Regione Veneto di seconda categoria.

Gli avversari sono il Nove Stefani Consulting, squadra vicentina a quota 56 punti e seconda in classifica, con 12 vittorie consecutive al suo attivo, ma con una sconfitta subita proprio lo scorso sabato e con lo scontro diretto per la prima posizione con il calcio Colceresa.

Da canto suo il Ca’ Emo arriva da un buon pareggio in casa dell’Albarella Rosolina Mare per 1-1 e con 38 punti e quinta posizione in classifica.

“Penso che per un paese come il nostro sia una cosa veramente impensabile – spiega il presidente Massimo Parcellj – in quanto siamo una piccola frazione di Adria con tante persone di una certa età che ci abitano”.

Proseguendo: “Sicuramente essere arrivati a questo risultato ci dà soddisfazione, ma ora che siamo qua vogliamo dare il massimo per cercare di portare a casa la vittoria”.

Successivamente è il mister Samuele Broggio che dichiara: “Dovremo provare a ripetere la prestazione della semifinale di giocata allo stadio Luigi Bettinazzi, sappiamo di avere davanti una squadra preparata e che ha delle ottime qualità.

Questa è una partita secca e, come tale, è difficile prevedere quello che potranno fare gli avversari; ho visto qualche video e loro sono ben organizzati, ma al tempo stesso noi possiamo fare la differenza”.

Non poteva mancare l’intervento del capitano Antonio Scarparo: “Sicuramente essere una squadra tutta, o quasi tutta, adriese è una bella soddisfazione e c’è da esserne orgogliosi. Tanti i ragazzi hanno deciso di sposare la nostra causa e di rimettersi in gioco riscoprendo il bello di stare assieme e i valori che solo il calcio trasmette.

Vogliamo affrontare la partita come una battaglia, centimetro su centimetro e colpo su colpo, in difesa come in attacco”.

Infine ha preso la parola il bomber Pierfilippo De Matteis: “Ho cercato di fare una settimana da professionista, allenandomi bene; grazie al gruppo che abbiamo creato perchè mi ha aiutato a crescere e credere nelle mie potenzialità”.

Ultime notizie