Il corso di ciclomeccanica di Fiab: soci più consapevoli, esperti e sicuri

Davvero molto apprezzato e  partecipato il ciclo di tre incontri che Fiab Amici della bici ha organizzato per i propri soci

ROVIGO – Un corso interno alla Fiab Rovigo per essere autonomi nella gestione della bicicletta: dalla riparazione alla manutenzione, dal comportamento corretto sulla strada all’organizzazione di escursioni e viaggi in bici.

Davvero molto apprezzato e  partecipato il ciclo di tre incontri che Fiab Amici della bici ha organizzato per i propri soci, appena concluso. “Meccanica di base”, “Meccanica avanzata” “Codice della strada e navigazione Gps” gli argomenti trattati nelle consecutive tre serate del giovedì presso la sede dell’associazione.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6

Il corso è stato pensato soprattutto per i neofiti della bicicletta ed è stato condotto in modo chiaro ed esaustivo dai soci Mauro che (insieme a Tiziano) presiede la piccola ciclofficina a disposizione degli iscritti Fiab, Denis, esperto promotore della mobilità ciclistica, e  Daniele, esperto  di pianificazione di percorsi tramite navigazione e Gps. Tante socie a frequentare assiduamente il corso, accogliendo l’opportunità di acquisire quella indipendenza per muoversi in sicurezza in sella al proprio mezzo. Al corso è stata data la priorità di iscrizione alle donne proprio per incoraggiare e favorire l’autonomia. Per tutti la finalità del breve corso è stata innanzitutto l’acquisizione della consapevolezza del ciclista formato ed informato.

Diversi gli argomenti proposti in tema bicicletta, teorici e pratici. Nei primi due incontri si è trattato di conoscere la bicicletta come struttura e  componenti meccaniche, la scelta dei materiali adatti in caso di riparazione, per poi passare alla parte pratica di sostituzione della camera d’aria, a turno provando l’operazione anche di smontaggio e montaggio della ruota, imparando quale sia la dotazione degli utensili indispensabili per affrontare la foratura. Molti i suggerimenti e gli accorgimenti utili per pedalare e viaggiare in tranquillità potendo, individualmente, affrontare quegli spiacevoli inconvenienti per strada, avendo una competenza di base per gestire il mezzo ma anche per un maggiore comfort quali freni e manutenzione, regolazione del cambio, regolazione e manutenzione della catena, posizionamento della sella.

Nel terzo incontro si è parlato del codice della strada, delle modifiche proposte nel nuovo, di segnaletica orizzontale  e verticale,  di comportamento corretto da tenere in strada, di trasporto e seggiolini, di sorpassi, di ciclabili, corsie ciclabili e ciclopedonali, di attraversamenti e rotatorie: insomma, tante informazioni utili alla propria e altrui sicurezza ricordando che il codice ha lo scopo di tutelare l’utente debole, quale è il ciclista insieme al pedone.

E dopo avere capito come aggiustare la bicicletta, fare manutenzione e come si va per strada, non restava altro che completare il corso imparando a pianificare escursioni e viaggi. Dunque, l’esplorazione delle diverse piattaforme che consentono, a tavolino, con le nuove tecnologie, di impostare percorsi personalizzati, ricavandone tutti i dati utili per un programma in termini di chilometri, tappe, altitudini e molto altro ancora, da trasformare in una traccia da seguire poi sul posto.Per esempio applicandoli alle nuove proposte che Fiab ha preparato per l’attività sociale 2024. E’ infatti pronto e in distribuzione il pieghevole di tutte le uscite dell’anno, disponibile in sede e nei ritrovi di attività.

Soddisfatti tutti i soci, per le conoscenze e le competenze messe a disposizione ed acquisite  in un fruttuoso scambio reciproco. Unica nota dolente, la sorpresa, all’uscita della sede, a terza serata conclusa, di un triplice furto di biciclette, prontamente denunciato alle forze dell’ordine con l’auspicio di ritrovarle. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie