Il mio inferno è per la prima volta in Polesine 

La mostra dedicata alla prima delle tre cantiche della Divina Commedia, sarà inaugurata sabato prossimo 23 marzo, alle 10,30  

BADIA POLESINE (Rovigo) – È stata presentata sabato 16 marzo, la mostra “Il mio inferno –Dante profeta di speranza”, giunta per la prima volta in Polesine su iniziativa del comitato biblioteca cittadina “G.G. Bronziero”. La mostra dedicata alla prima delle tre cantiche della Divina Commedia, è allestita al primo piano del chiostro abbaziale dall’associazione Rivela (associazione senza scopo di lucro nata nel 2002) e sarà inaugurata sabato prossimo 23 marzo, alle 10,30 per restare aperta fino al 6 aprile.

Saranno coinvolti gli studenti di una classe terza del liceo linguistico del “Primo Levi”, impegnati ad illustrare la quarantina di pannelli esposti ai visitatori, che si spera numerosi. 

L’esposizione ideata da Rivela, specializzata in mostre itineranti a tema storico, presenta l’intera serie di illustrazioni realizzate da Gabriele Dell’Otto (considerato uno dei più importanti disegnatori del mondo) per l’edizione Mondadori della Divina Commedia, commentata da Franco Nembrini.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6
Slide 7
Slide 8
Slide 9
Slide 10
Slide 11
Slide 12
Slide 13

La mostra nasce come iniziativa del Comitato biblioteca nel segno del legame col territorio attraverso un progetto di Pcto per gli studenti del Primo Levi, con il coinvolgimento di una classe che ha nella sua programmazione l’Inferno”, ha sottolineato Mirka Tolini membro del comitato biblioteca, spesasi in prima persona per portare a Badia questo importante allestimento.

Alla presentazione c’era la presidente del Comitato biblioteca Daniela Barboni e il dirigente scolastico Amos Golinelli che ha manifestato il grande interesse della scuola per l’iniziativa nutrendo la convinzione “…che sicuramente i ragazzi si divertiranno a fare da guide turistiche ma saranno anche ore utili di Pcto (Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento) e, quindi, per il loro percorso di studio”.

Sono intervenute l’insegnante Laura Piola che ha accompagnato i ragazzi nella preparazione e Laura Miceli dell’associazione Rivela, che ha accennato all’allestimento del “Paradiso” il 19 aprile a Verona. L’assessore Stefano Baldo (portando i saluti dell’assessore Valeria Targa) ha osservato come questo sia un progetto in cui l’amministrazione comunale ha creduto sin da subito, esprimendo elogio per l’attività della biblioteca presieduta da Daniela Barboni.

La mostra “Il mio infermo – Dante profeta di speranza”, com’è stato sottolineato, assomma l’importanza culturale dell’argomento esprimendo, con il coinvolgimento attivo degli studenti, la miglior collaborazione con la scuola.

Negli stessi giorni, in sala Soffiantini, sarà allestita una mostra parallela con i lavori e le opere grafiche ideate dagli studenti sulla tematica “L’Inferno nella Commedia della vita” in occasione del “Dantedì”, la giornata nazionale dedicata al Sommo poeta che si celebra ogni 25 marzo.

Abbiamo coinvolto la scuola primaria e la secondaria di primo e secondo grado” ha spiegato ancora Mirka Tolini assicurando, come si evince dai lavori arrivati, che i ragazzi sono riusciti nell’intento di dare una lettura dell’Inferno oggi. Ci sarà una sorta di concorso e si potrà votare per il disegno preferito. Alle classi vincitrici verrà dato: per la scuola primaria un libro su Dante, di Franco Nembrini, mentre per le scuole medie e superiori copie dell’inferno illustrato da Gabriele Dell’Otto.

Nell’occasione la Tolini ha ricordato i prossimi appuntamenti per la biblioteca, a partire dal 21 marzo quando ci sarà un doppio appuntamento alle 18,30 con la lettura di poesie di Alda Merini e della badiese Alda Cortella e, alle 21, in sala Soffiantini con un’attività specifica sulla Merini. 

Ugo Mariano Brasioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie