Il Pm ha chiesto 12 anni di carcere per l’ex prefetto  

L’hotel Rigopiano di Farindola “era divenuto una trappola”, fu travolto da una valanga eccezionale, la Procura di Pescara ha formulato la richiesta di condanna per Francesco Provolo, il Sindaco, l’ex presidente della Provincia ed altri dirigenti e tecnici 

PESCARA – Il 18 gennaio 2017 persero la vita 29 persone. Una tragedia immane che ha sconvolto l’Abruzzo e le famiglie delle vittime. L’hotel Rigopiano di Farindola “era divenuto una trappola”, fu travolto da una valanga eccezionale, sul banco degli imputati la Prefettura il Sindaco ed altri tecnici e dirigenti.

Per la tragedia di Rigopiano la Procura di Pescara ha chiesto la condanna dell’ex prefetto di Pescara a 12 anni. Francesco Provolo, prima di assumere l’incarico a Pescara, era stato Prefetto di Rovigo.

Richieste di condanna anche per  l’ex presidente della Provincia Antonio Di Marco a 6 anni e 11 anni e 4 mesi per il sindaco di Farindola, Ilario Lacchetta. Condanna a 11 anni e 4 mesi chiesta anche per il tecnico comunale Enrico Colangeli, a 10 anni per i dirigenti della Provincia Paolo D’Incecco e Mauro Di Blasio, a 9 anni per i dirigenti della Prefettura Ida De Cesaris e 8 anni per Leonardo Bianco.

Secondo il pm, una attivazione tempestiva della Sala operativa e del Centro Coordinamento Soccorsi avrebbe portato all’espletamento di varie attività in modo da evitare la tragedia. Non fu fatto.

Ultime notizie