Il presidente Dino Bonfante stila il bilancio della stagione 2023

Sold-out per “Magic Christmas in soul”, un concerto in esclusiva nazionale per la prima volta eseguito al Teatro E. Balzan di Badia Polesine (Rovigo)

BADIA POLESINE (Rovigo) – Sabato scorso, 16 dicembre, si è conclusa con l’ennesimo sold-out la stagione musico-teatrale 2023. “Magic Christmas in soul”, un concerto in esclusiva nazionale per la prima volta eseguito presso il Teatro E. Balzan, ha infatti riempito “la scatola d’oro”.

Presentatrice della serata l’inappuntabile assessore alla Cultura Valeria Targa. Il sindaco Giovanni Rossi ha espresso emozione nell’ammirare il teatro pieno e pensando a com’era invece alcuni anni fa ha detto: “Si stenta a credere che a Badia ci sia un teatro di questa categoria… Vederlo ora, mi fa dire che c’è speranza”.

Prima dello spettacolo, il presidente Dino Bonfante ha rivolto un pensiero natalizio di auspicio “…per coloro che in troppi paesi sono privati della libertà e stanno lottando per sopravvivere in un futuro quanto mai incerto…purtroppo l’uomo non ha ancora imparato a vivere in pace”. È seguito un toccante momento, con sottofondo musicale inedito scritto dal m° Santaniello, dedicato al ricordo di Giovanni D’Andrea, socio fondatore ed apprezzato tesoriere dell’associazione Teatro Balzan, venuto a mancare nel febbraio scorso.

Il quarto spettacolo natalizio, anche quest’anno ha chiuso degnamente la stagione all’insegna del soul e del gospel, entusiasmando i presenti con le meravigliose voci di Sonia Mosca e Salvatore Lampitelli, in arte Sabba, inserite alla perfezione nelle melodie arrangiate dal m° Filippo D’Allio su proposta del sovrintendente Massimo Santaniello.

Impeccabile, come sempre, l’Orchestra Ritmico Sinfonica “I Filarmonici Veneti” e notevole è stato l’apporto del Trio vocalist formato da Alice Barbara Tombola Soprano, Alessandra Pascali Contralto, Vittorio Zambon Tenore. 

Due ore di pura magia all’insegna della tradizione musicale rivisitata.

Nel corso del concerto, è stato dato ampio spazio ai classici natalizi con alcune incursioni nei grandi successipop, come “Sorry seems to be the hardest word” e “I will always love you”.

Alla fine il presidente Dino Bonfante ha tracciato un consuntivo dei questa quarta stagione. “La soddisfazione è notevole perché ho percepito il trasporto emotivo e l’entusiasmo del pubblico, giunto anche da lontano”, ha affermato l’onnipresente presidente, che aggiunge: “…sono però consapevole che più si andrà avanti e più sarà difficile stupire, per cui è necessario trovare nuovi stimoli sui quali stiamo lavorando”. Con questo obiettivo l’associazione si concentrerà con passione sulla prossima stagione autunnale/invernale tralasciando la primavera, anche per lasciare spazio alle numerose altre iniziative teatrali programmate. 

Bonfante molto attento al marketing è però convinto che si dovranno trovare le risorse per portare a Badia nomi importanti, specialmente per le pièce teatrali. 

“Intanto, quello che più conta è che abbiamo suscitato interesse sul nostro teatro. Il teatro – aggiunge il presidente – è una scatola e per riempirla ci vuole un’offerta di qualità, anche per assicurare la sostenibilità economica della gestione e, poiché l’introito della biglietteria non supera di molto il 20% dei costi, è evidente che per continuare un percorso di qualità sarà necessario il sostegno degli sponsor, degli Istituti bancari e delle Istituzioni. Sarà questa la sfida da vincere”.

Un plauso finale è stato rivolto da Bonfante al pubblico, ai soci (circa un centinaio), agli sponsor e a tutti coloro che si sono spesi dietro le quinte e sulla scena “…per generare questa magica energia affinché tutto andasse bene”.  

Ugo Mariano Brasioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie