Il Sulpl propone di intitolare la nuova sede della Polizia Locale all’agente Massimo Boscolo Cegion

In considerazione della prossima ultimazione dei lavori relativi alla nuova sede della Polizia Locale di Rovigo, Mirco Gennari, coordinatore provinciale Sulpl, propone di intitolare lo stabile a Massimo Boscolo Cegion, appartenente alla Polizia Locale di Padova, caduto in servizio

ROVIGO – Il tributo di sangue da sempre pagato dagli appartenenti alla Polizia Locale di tutta Italia, versato nell’adempimento del dovere per il bene della Comunità e l’interesse delle Istituzioni, troppo spesso risulta dimenticato e ad alcuni addirittura ignoto, nonostante il quotidiano impegno della Categoria per la sicurezza delle città come dei piccoli borghi, e l’elevata soglia del rischio a cui è chiamata ad esporsi.

Per questo motivo, in considerazione della prossima ultimazione dei lavori relativi alla nuova sede della Polizia Locale di Rovigo, presso la quale il Corpo dovrebbe trasferirsi entro il mese di settembre, analogamente a quanto accade nell’ambito delle altre Forze dell’Ordine, Mirco Gennari, coordinatore provinciale Sulpl Rovigo, propone di intitolare lo stabile ad un caduto in servizio della Polizia Locale, al fine di onorarne la memoria e cementare lo spirito di corpo.

“In particolare – evidenzia Mirco Gennari – sentita la famiglia, si propone l’intitolazione al giovane Agente Massimo Boscolo Cegion, appartenente alla Polizia Locale di Padova, caduto in servizio ad ottobre dell’anno scorso a causa di un fatale incidente stradale, avvenuto durante la scorta ad una manifestazione sportiva, tipico servizio espletato dalla Polizia Locale.

La figura di Massimo, poliziotto stimato e benvoluto da tutti, è stata individuata a rappresentanza dei caduti della Polizia Locale di tutta Italia, in ragione dei particolari legami con il territorio della nostra provincia, dove in passato ha prestato servizio e dove il padre, a sua volta appartenente alla Polizia Locale, come anche il fratello di Massimo, lo presta tutt’ora”. 

Confidando nel doveroso riconoscimento del sacrificio del giovane collega, scelto, come premesso, a rappresentanza dei caduti della Polizia Locale di tutta Italia, il Coordinamento Provinciale SULPL di Rovigo, nella giornata odierna, ha inoltrato formale richiesta al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio Comunale di Rovigo, auspicando vogliano valutare positivamente la proposta di intitolare la nuova sede del Corpo all’Agente Massimo Boscolo Cegion, a giusta testimonianza del riconosciuto sacrificio dei caduti della Polizia Locale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie