In centro a Rovigo la Festa della birra

Organizzata da Cofipo in collaborazione con Confesercenti, è in programma in città dal 29 giugno al 2 luglio 

ROVIGO – Buon cibo, musica e solidarietà. Sono gli ingredienti della Music Beer Fest, in programma dal 29 giugno al 2 luglio, in centro a Rovigo.

L’evento, organizzato da Cofipo in collaborazione con Confesercenti, con il patrocinio del Comune di Rovigo e il sostegno di diverse attività del centro,  è stato presentato martedì 27 luglio a palazzo Nodari.

“Si tratta della prima assoluta del Mube – ha detto l’assessore al Commercio Giorgia Businaro  -, una festa che racchiude diversi momenti e tante iniziative, con un occhio di riguardo alla solidarietà, grazie all’azienda vitivinicola “Il Picco”, che ha promosso una raccolta fondi a favore delle popolazioni della Romagna, colpite dalle alluvioni. L’evento vede insieme istituzioni, privato, associazionismo, mondo del volontariato. Un bell’esempio di come, insieme, si possano raggiungere grandi risultati”.

I dettagli della quattro giorni, sono stati illustrati da Angelo Bertuccio presidente di Cofipo.

“Dalle 19 ci sarà DJ set e area street food,  somministrazione di birra e sul palco di piazza Vittorio Emanuele II, si alterneranno diversi gruppi musicali , per tutta la durata dell’evento”.

Divertimento, ma anche solidarietà, Mube introduce infatti, una campagna di raccolta fondi, che saranno destinati alla Romagna. Questo grazie a Daniele Cecchetto dell’azienda vitivinicola “Il Picco”, che ha realizzato delle apposite bottiglie a edizione limitata  “Rovigo per la Romagna”, il cui ricavato sarà destinato all’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, con l’aiuto di Sergio Rossi,  presidente dell’associazione Bandiera Gialla.

“Sono rimasto molto colpito – ha affermato Cecchetto -, dalle drammatiche immagini postate sui canali social  di Matteo “Wilson” Pasello, volontario nelle terre romagnole ed ho pensato di realizzare questa iniziativa per cercare di dare una mano”. Iniziativa  condivisa da diversi  esercenti cittadini.

“Dove c’è solidarietà – ha concluso Rossi -, bandiera Gialla c’è. Siamo andati subito in Romagna per dare una mano e, ad oggi, abbiamo raccolto 15 mila euro che don Leo distribuirà direttamente alle famiglie”.

Quindi, gli ingredienti ci sono tutti per un evento di successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie