Inaugurata la nuova ambulanza del Comitato di Rovigo della Croce Rossa Italiana  

Grazie a 34 aziende di Confindustria Veneto Est e della provincia di Rovigo, sono stati raccolti 82 mila euro per l’acquisto del mezzo già accreditato e funzionante 

ROVIGO – Giovedì 7 settembre in piazza Vittorio Emanuele II a Rovigo, alla presenza delle autorità civili e militari, tra cui il Prefetto di Rovigo, Clemente Di Nuzzo, il Questore Giovanni Battista Scali, il sindaco di Rovigo, Edoardo Gaffeo, e il presidente della Provincia, Enrico Ferrarese, è stata inaugurata la nuova ambulanza donata da Confindustria Veneto Est alla Croce Rossa Italiana – Comitato di Rovigo.

L’acquisto del nuovo mezzo è stato possibile grazie al contributo di alcune aziende del territorio della provincia di Rovigo. A ottobre 2022 il presidente Alberto Indani della Croce Rossa Italiana – Comitato di Rovigo si rivolge a Confindustria Veneto Est per chiedere un aiuto. Le ambulanze in dotazione alla Comitato di Rovigo sono vecchie e con parecchi chilometri percorsi. L’operatività, l’affidabilità, la sicurezza e il confort per i pazienti e i volontari erano quindi minati dalle condizioni dei mezzi.

L’emergenza Covid-19 che il Comitato ha affrontato ha inoltre aumentato il numero di chilometri percorsi in un anno, causando quindi un’usura extra rispetto a quella prevista.

Confindustria Veneto Est, insieme alle aziende a lei associate, ha ascoltato la richiesta di aiuto e ha raccolto la somma di 82mila euro in tempi record. L’ambulanza donata è attrezzata per l’emergenza e già accreditata alla Regione Veneto, pronta per servire la provincia di Rovigo in tutte le suenecessità.

“La donazione di questa nuova ambulanza è un segnale di vicinanza al territorio, ma anche il giusto riconoscimento al grande sforzo compiuto dalla Croce Rossa durante la pandemia – commenta Paolo Armenio, Vicepresidente Confindustria Veneto Est con delega al Territorio di Rovigo -. La preziosa attività svolta in quei mesi dal personale del Comitato di Rovigo ha permesso alle nostre aziende di rimanere sempre operative, in condizioni di totale sicurezza per tutti i dipendenti. Non ce ne siamo dimenticati, e ora abbiamo trovato il modo di dimostrare la nostra gratitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie