Inquinamento: allerta 1 e domenica centro di Rovigo chiuso al traffico 

Il 28 gennaio arriva la prima domenica ecologica del 2024, per l'occasione verrà presentato il progetto di visitazione lenta Tradunt

ROVIGO – Da giovedì 25 gennaio scattano le limitazioni al traffico a Rovigo. E’ stato raggiunto il livello di allerta 1 per il PM10, dopo 4 giorni consecutivi di superamento misurato e previsto del valore di 50 µg/m3 di PM10).

E’ vietata la circolazione di:  autoveicoli trasporto persone (categoria M) e trasporto merci (categoria N) alimentati a benzina Euro 0, Euro 1 e Euro 2, autoveicoli trasporto persone (categoria M) alimentati a gasolio Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4 e Euro 5, autoveicoli trasporto merci (categoria N) alimentati a gasolio Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3 e Euro 4, motoveicoli e ciclomotori (categoria L) Euro 0 e Euro 1.

Le limitazioni vengono applicate da lunedì a domenica dalle 8:30 alle 18:30 (con inclusione dei giorni festivi infrasettimanali). 

Il 28 gennaio si terrà la prima  domenica ecologica del 2024, con il centro chiuso al traffico dalle ore 10 alle ore 20, nella zona delimitata dall’anello periurbano di viale della Pace, Viale Oroboni e Circonvallazione Ovest.

Le domeniche ecologiche, come previsto dalla delibera regionale, sono promosse nell’ambito delle iniziative di sensibilizzazione dei cittadini su temi ambientali e della riduzione dell’inquinamento dell’aria.

Sono previste delle deroghe per motivi di sicurezza, emergenza e salute.

Per l’occasione domenica in Pescheria Nuova in Corso del Popolo, alle ore 17,  è in programma l’iniziativa di presentazione del Progetto Tradunt da parte del Circolo culturale Arci 2 giugno 1946 Aps. Il progetto, patrocinato dal Comune di Rovigo e finanziato dalla Fondazione Cariparo è finalizzato alla visitazione lenta e sostenibile del territorio del Polesine, promuovendone in particolare il patrimonio culturale, storico, archiettonico, naturalistico ed ambientale.

Verrà presentato il sito del progetto www.tradunt.it che contiene schede descrittive dei beni presenti nel territorio visitabili in modo sostenibile e i percorsi consigliati.

Oltre al Circolo culturale Arci 2 giugno 1946 Aps, capofila del progetto, parteciperanno le associazioni promotrici dell’iniziativa: Assonautica Emilia Veneto, Cpssae, Fiab Rovigo, Slow Food Rovigo e Wwf Rovigo.

L’Assessore alle Politiche ambientali Dina Merlo sottolinea l’importanza della promozione del territorio polesano per poter fruire delle sue bellezze e potenzialità, utilizzando modalità digitali fruibili attraverso percorsi ciclabili e di mobilità lenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie