La capolista Saccolongo espugna il fortino di Rovigo

Prima della classe ancora imbattuta, passa a Rovigo e si porta a casa il match con 15 punti di scarto. Prossimo match per il Sekal venerdì 26 gennaio al Palasport 

ROVIGO – Nella sfida fra prima e seconda del Girone D di Divisione Regionale 2, la capolista Saccolongo espugna il fortino di Rovigo e mantiene l’imbattibilità, unica squadra a non avere ancora perso in questa categoria veneta.

A onor del vero, il punteggio non è veritiero dell’andamento del big match, che non ha disatteso le aspettative. Le due forti formazioni del Girone D hanno dato letteralmente spettacolo, giocando una gara in bilico fino a pochissimi minuti dalla fine. Il primo quarto del match è tutto targato Sekal che, trascinato dalle super giocate di uno scatenato Mantoan, dalle ottime azioni di Motton e dai canestri di un immarcabile Alessandro Brigo, ottimamente servito in area, chiude il primo parziale sul 24 a 13 e con tanto, tanto bel gioco. Gli ospiti non sono primi ed imbattuti a caso. E così, inizia lo show balistico di Saccolongo che trova decisamente le contromisure contro la zona proposta nei primi due quarti dal Sekal. Con un parziale del secondo quarto di 16 – 30, con ben 6 bombe (4 delle quali di Bianco), Saccolongo va negli spogliatoi sul +3

Nel terzo quarto le difese prendono il sopravvento sugli attacchi e, nonostante un Brigo in forma smagliante (costretto agli straordinari per l’infortunio di Serain nel secondo quarto), il Rovigo chiude sotto di 7 lunghezze. Nel quarto periodo sembra tutto giri per il verso giusto per le Pantere: Rovigo lima il gap e una tripla di Davide Rizzato manda in visibilio il palazzetto siglando il 60 a 59 per i padroni di casa, a 5 minuti dalla fine. Poi, gli episodi che di fatto chiudono il match. Tutto inizia con un evidentissimo, energico fallo non fischiato, su Mantoan, costretto ad uscire (ma poi rientrato). Un episodio che destabilizza sicuramente la concentrazione dei rodigini. Seguono due sfondamenti, uno dei quali molto, molto dubbio, e il conseguente fallo tecnico per proteste a coach Pizzo. Il match di fatto si chiude qui, con Rovigo che si arrende di schianto (peccato!) negli ultimi secondi del match permettendo ai padovani di portare a casa un +15 poco veritiero, ma meritato.

Complimenti dunque al Saccolongo, squadra con molti giocatori esperti e che sicuramente merita il salto di categoria, trascinata da alcuni atleti davvero fuori portata. Ma onore a questo sorprendente Sekal che, nonostante le assenze, sta disputando un campionato da protagonista.

Il commento di coach Pizzo: “Siamo stati molto bravi a seguire il piano partita e abbiamo cominciato con la marcia giusta. Loro sono una gran squadra a cui vanno fatti i complimenti, ma anche noi abbiamo dimostrato di poter competere con tutti. Purtroppo, l’infortunio di un ottimo Serain, ha accorciato molto le rotazioni e siamo stati costretti agli straordinari. Restiamo comunque con un record positivo e sapevamo che questa era una partita che poteva non andare come le altre. Continueremo a lavorare duro per alzare sempre di più l’asticella”.

La prossima partita del Sekal è al palasport di Rovigo venerdì 26 (ore 21:15) contro Basket Roncaglia.

Campionato Divisione Regionale 2 – Girone D

Quarta giornata di ritorno

Rovigo, 19/01/2024

SEKAL NUOVO BASKET ROVIGO – POKTAPOK SACCOLONGO: 62-77

ROVIGO: Motton 2, Danieli 15, Tengueu Tengueu, Argenziano 2, Rizzato 10, Madani, Cipriani 6, Mantoan 8, Serain 2, Brigo S. n.e., Brigo A. 17, Salvà. All.: Pizzo.

SACCOLONGO: Righetti n.e., Parisi 11, Grandis n.e., Berto 17, Carli n.e., Gallo 6, Bianco 21, Salmaso D., De Maio 6, Pasquetto 4, Salmaso N. 10, Ferrari 2. All.: Rizzi.

Arbitri: Bellan e Rossi.

Note: (parziali 24-13, 40-43, 49-56, 62-77). Fischiato fallo tecnico a coach Pizzo (Rovigo). Uscito per falli: Tengueu Tengueu (Rovigo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie