La cultura al centro del bilancio 2023

Confermati i contributi corrisposti a favore della scuola paritaria Paola di Rosa e Monsignor Berardo di Villa d’Adige  

BADIA POLESINE (Rovigo) – Tra i vari interventi che hanno accompagnato l’approvazione del bilancio consuntivo 2023, nella seduta del 29 aprile, particolare rilievo ha trovato la relazione dell’assessore alla cultura Valeria Targa (foto qui sopra) su pubblica istruzione, cultura ed arte.

In questo caso, l’assessore ha riassunto gli interventi attuati ed i risultati ottenuti. Nella pubblica istruzione sono stati mantenuti tutti i tradizionali servizi: trasporto scolastico garantito attraverso la gestione alla società Pilotto Viaggi di Cavarzere (Costo circa euro 130.000,00), gestione dell’asilo nido comunale, affidato alla Coop. Sociale Coopselios di Reggio Emilia, e ristorazione scolastica affidato alla ditta Cir Food di Reggio Emilia. 

Confermati i contributi corrisposti a favore della scuola paritaria Paola di Rosa per 23.500 euro, della scuola Monsignor Berardo di Villa d’Adige alla quale, oltre al contributo ordinario di 9.500 euro, è stato erogato un contributo straordinario di 5.000 euro per far fronte a contingenti difficoltà economiche. 

Grazie alla misura statale “Contributi economici straordinari per la realizzazione di centri estivi e servizi educativi”, sono stati erogati circa 8.800 euro a favore delle associazioni che hanno svolto iniziative con il coinvolgimento di oltre 600 minori (U.S. Calcio 2.961, Rugby Junior 1.974, Paola di Rosa 1.974; Associazione Famiglie 1.003). 

Diversi anche i progetti scolastici cofinanziati dal comune, quali: il Progetto Dislessia con un contributo di 1.500 euro all’Associazione famiglie, il Progetto scuola potenziata con un contributo di 500 euro e il Progetto di indagine delle capacità linguistiche e della scrittura attivato presso la scuola dell’infanzia con un contributo di 650 euro. A questi si aggiungono, il contributo erogato all’associazione famiglie per il servizio di post scuola (5.350 euro) e per il sevizio estivo (1.800), oltre al contributo erogato all’Istituto comprensivo per l’acquisto di materiale didattico pari a 2.000 euro. 

Da ultimo, in forza della Legge “Fondo assistenza all’autonomia ed alla comunicazione degli alunni con disabilità”, sono stati assegnati al comune 22.884 euro, destinati poi all’Istituto Comprensivo Statale per la realizzazione di un progetto che si concluderà il prossimo giugno.

Per il settore cultura, invece, l’assessore ha parlato dell’Associazione Teatro Sociale Eugenio Balzan, di cui il comune è socio. “È stato ottenuto un grande successo di pubblico con le attività teatrali proposte, in particolare, con la rassegna invernale, che ha contato tre sold out su cinque appuntamenti ed oltre 1.500 presenze. Colgo l’occasione per ringraziare il presidente Dino Bonfante, il soprintendente M° Massimo Santaniello, i soci e gli sponsor che hanno reso possibile il raggiungimento di risultati così importanti”, ha sottolineato la Targa. 

Il teatro è stato anche la cornice di molti altri eventi, tra cui: il Premio Tomeo – L’Oscar del Teatro dei ragazzi del Polesine; l’evento letterario “La locanda del Doge”, la XVI tournée del Festival Internazionale dei Giovani Talenti ed i concerti promossi dall’Istituto comprensivo. 

Nella programmazione delle iniziative culturali, preziosa è stata la collaborazione del Comitato Biblioteca guidato da Daniela Barboni che ha curato la quinta edizione del Concorso nazionale di poesia “Versi in Abbazia” ma anche il primo Festival Letterario Polesano, coinvolgendo oltre 30 scrittori del Polesine, il primo Festival del Libro Giallo e molte presentazioni di libri, senza contare la programmazione della Notte bianca delle biblioteche e del Veneto Legge. 

L’assessore ha ricordato anche l’adesione alla tradizionale rassegna “Tra Ville e Giardini”, promossa dalla Provincia di Rovigo e l’adesione alla rassegna di “Appuntamenti in corte” promossa da BancAdria, entrambe le iniziative svolte nel giardino dell’abate.

L’assessore ha infine menzionato il successo della terza camminata in rosa, realizzata in collaborazione con l’Associazione Podistica Avis Aido, che ha registrato oltre 600 presenze e consentito la devoluzione all’associazione Andos di ben 1.450 euro.

Da ultimo l’assessore Valeria Targa ha tenuto a precisare che nel 2023, il Comune è stato vicino alle principali associazioni culturali del territorio, erogando contributi a favore di Pro Loco, Centro Documentazione Polesano, Ctg La Mongolfiera ed Isers. 

Sul piano della promozione turistica, l’assessore ha menzionato i tour in collaborazione con l’Associazione Veneto Segreto e le iniziative a tema in Collezione Balzan, che hanno consentito la registrazione di oltre 700 visitatori, trend in crescita rispetto all’anno precedente. 

Relativamente alla biblioteca, il comune è stato beneficiario di un contributo ministeriale di circa 8.500 euro destinato all’acquisto di materiale bibliotecario.

Rispondendo alla domanda sulla discrepanza fra costi e ricavi alla voce “Teatri, spettacoli e mostre” posta dall’unica consigliera di minoranza presente, Chiara Santato (foto qui sopra), è stato spiegato che i proventi sono pari stati 2.258 euro mentre i costi per la gestione del teatro sono stati 12.200. Un problema legato alla limitata capienza della “bomboniera” di Badia.

Ugo Mariano Brasioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie