La Lega contro il giudizio di Gaffeo sulla autonomia differenziata

Le preoccupazioni del sindaco uscente, e candidato per la rielezione, non piacciono ai segretari Guglielmo Ferrarese (provinciale), Riccardo Ruggero (comunale) ed alla consigliera regionale Laura Cestari

ROVIGO – “La battaglia di Gaffeo a favore del centralismo e degli sprechi continua, nei giorni scorsi ha infatti partecipato alla presentazione del volume contro l’autonomia differenziata “La secessione dei ricchi”, di Gianfranco Viesti (LEGGI ARTICOLO).
Verrebbe da chiedersi di quali ricchi si parli, visto che la provincia di Rovigo, come certificano tutte le classifiche, è fanalino di coda per la qualità della vita e per il livello di reddito pro capite”affermano i segretari Guglielmo Ferrarese e Riccardi Ruggero, entrambi componenti del Cda di Ater Rovigo.

“Non solo il libro, ma anche la partecipazione insieme all’ex presidente della Camera, Roberto Fico, noto esponente del Movimento 5 Stelle (LEGGI ARTICOLO), dove ha lanciato ulteriori strali contro una riforma che può mettere ordine nel pachidermico sistema statale italiano e dare più opportunità ai territori.

Non ci stupisce che il partito dei sussidi combatta l’autonomia. Sorprende, invece, come un ex amministratore che si candida a governare una città veneta, finga di non sapere quante e quali opportunità possano derivare da una riforma simile che, lo ricordiamo, è stata votata dal 98% dei rodigini che si sono presentati alle urne nell’autunno del 2017.

Più responsabilità, più servizi, più risposte ai territori: questo significa autonomia. Evidentemente Gaffeo, abbandonato da tutti i partiti, deve imbarcare fra le sue liste i rappresentanti del Movimento 5 Stelle, nemici giurati del Veneto e della buona amministrazione che la Lega da sempre rappresenta” dichiarano Ruggero e Ferrarese.

Per la consigliera regionale Laura Cestari si tratta di dichiarazioni contro la proprià comunità, di masochismo politico ai danni dei rodigini.

“Un candidato sindaco del Veneto che si dichiara contro l’autonomia è un record al contrario. Di solito, è il Pd della Schlein a primeggiare in questa gara al “ciapa-manco”. La città di Rovigo, il Veneto e l’Italia, a breve, potranno godere di una riforma che garantirà maggiore trasparenza ed efficienza nella gestione delle risorse pubbliche” dichiara Cestari.

“Quelle risorse che, in Italia, sono state gestite “con disinvoltura” non dalla Regione Veneto, ma da altri territori. I risultati di tanta dissennatezza li vediamo ora: i conti non tornano e l’Italia deve mendicare in Europa maggiore deficit.

Gaffeo però, per rendere omaggio a Conte e al reddito di cittadinanza, il cui serbatoio elettorale è al centro-sud, si lancia in dichiarazioni contro i suoi stessi cittadini. Con l’autonomia, anche Rovigo avrebbe quindi più risorse e più servizi a favore dei cittadini.

Persino Repubblica pubblica un sondaggio secondo il quale la maggioranza di chi vive al centro-nord vuole l’autonomia. Come può, quindi, volere il bene della propria comunità un candidato sindaco che si dichiara, di fatto, contro un miglioramento di quella stessa comunità?

Se Gaffeo è davvero contro l’autonomia, dovrebbe valutare di candidarsi a sindaco con il suo amico Giuseppe Conte nella bellissima città di Lecce e lasciare a noi rodigini che amiamo questo territorio gestire i soldi che ci siamo sudati con la nostra fatica” conclude Cestari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie