La premiata ditta torna e vince al Mugello

Uno due della ritrovata coppia composta da Silvano Bolzoni e da Andrea Marchesini, firmatari della doppietta di Bolza Corse nella Formula X Italian Series.

ADRIA (Rovigo) – Era da parecchio tempo che non li si vedeva più assieme ma lo scorso fine settimana, in occasione dell’appuntamento del Mugello Circuit, si è riformata una storica coppia che ha scritto pagine indelebili agli albori della Formula X Italian Series.

Silvano Bolzoni ed Andrea Marchesini, mattatori delle prime edizioni della serie tra le vetture turismo, sono tornati a fare la voce grossa, questa volta nell’ambito del GT4 Italy.

Condividendosi il volante di una Porsche Cayman Cup il binomio composto dal team principal della squadra corse adriese e dal pilota di Montecchio Maggiore, ha ritrovato ben presto l’alchimia dei tempi migliori, confermandosi vincente anche in questa occasione.

Scesi in campo in extremis i due affrontavano un turno costruttivo di prove libere al Venerdì mattina, pagando dazio in qualifica sul fronte gomme per una tipologia di mescola, messa loro a disposizione in versione test, che non ha portato i benefici che ci si poteva aspettare.

All’accendersi del semaforo verde di gara 1, scattata al Sabato mattina, Bolzoni non lasciava alcun scampo alla concorrenza tra le GT4 Cup, tornando ad indossare la corona d’alloro più prestigiosa, imitato dal compagno di colori Marchesini che, nonostante l’acquazzone scatenatosi prima del via di gara 2 alla Domenica pomeriggio, metteva al sicuro la doppietta.

“Con la nostra Cayman non potevamo puntare ai quartieri nobili dell’assoluta” – racconta Bolzoni (team principal Bolza Corse) – “perchè il gap che ci separa dalle classi maggiori, le GTM e le GT4, è indubbiamente elevato ed è giusto che sia così. Ci siamo quindi concentrati su quello che era il massimo risultato possibile, vincere la nostra categoria, e ci siamo riusciti. È stato bello tornare in gara assieme all’amico Marchesini, come ai vecchi tempi. Ci siamo divertiti tanto ed abbiamo vinto, così come facevamo agli inizi della Formula X Italian Series.”

“Silvano è stato bravo ma pure più fortunato di me” – gli fa eco Marchesini – “perchè lui ha corso sull’asciutto mentre io mi son trovato al via dopo un forte temporale. La pista è rimasta bagnata, fino alla bandiera a scacchi, ed ho faticato con le gomme. Non ero il solo, in tanti sono finiti in ghiaia. Dopo tanto tempo siamo tornati assieme ed abbiamo fatto la nostra bella figura. La categoria GT4 Cup era ben nutrita, avevamo tanti avversari. Più di così non potevamo fare con la nostra Cayman. Abbiamo sfiorato la top ten assoluta ed è già stato tanto questo. Grazie a tutto il team di Bolza Corse, è stato davvero bello poter riassaporare il gusto della vittoria.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie