La settimana culturale dell’Arci di Rovigo

Settimana culturale interessante e varia a quella che l’Arci di Rovigo ha preparato nell’ambito del Progetto Radici del Contemporaneo 2021/2022.

ROVIGO – Settimana culturale interessante e varia a quella che l’Arci di Rovigo ha preparato nell’ambito del Progetto Radici del Contemporaneo 2021/2022.

Partirà lunedì 23 ore 18, Natalia Periotto Gennari, già docente di Letteratura, più Segretaria dell’Accademia dei Concordi di Rovigo che, presso la sala aperta della sede dell’Arci di Rovigo, parlerà dello scrittore ungherese Ferenc Molnar, con particolare attenzione alla sua opera più nota: “I ragazzi della via Pál”.

Martedì 24 ore 18:15 Emiliano Brajato e Valentina Roversi terranno la seconda lezione del cielo “Filosofia e cura di sé”, mentre, mercoledì 25, per il ciclo “Ricorrenze” sarà ricordata la figura e l’attualità del pensiero di Enrico Berlinguer a 100 anni dalla nascita.

Per l’occasione Leonardo Raito presenterà il suo libro ”Enrico Berlinguer e il sogno eurocomunista” hanno garantita la loro presenza, politici, insegnanti storici e intellettuali del Polesine, di varie provenienze politiche e culturali.

Il viaggio nell’Arte, intrapreso da Lidia Rigotto, porterà ad analizzare, giovedì 26, ore 18:15, le avanguardie internazionali riguardanti il Dadaismo, il Surrealismo e la Metafisica.

Alle ore 18 di domenica 29 giugno sarà proiettato, su schermo ad alta definizione il film Madame Bovary (2014) diretto da Sophie Barthes con Mia Wasikowska e Rhys Infans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie