Le Organizzazioni sindacali tornano ad assemblee condivise

A Badia Polesine (Rovigo) si sono ritrovate Cgil, Cisl e Uil, i temi discussi lunedì sono i problemi irrisolti da anni come gli adeguamenti salariali e delle pensioni  

BADIA POLESINE (Rovigo) – Lunedì 8 maggio, nella sala Soffiantini, si sono ritrovate Cgil, Cisl e Uil per partire proprio dalla cittadina altopolesana a rilanciare l’idea delle assemblee condivise dalle Organizzazioni Sindacali confederali per affrontare tematiche importanti su cui il Governo non sta dando risposte, come lavoro, sviluppo e sanità.

Erano presenti al tavolo Nicoletta Biancardi per Spi-Cgil, Stefania Botton della Segretaria Territoriale CIsle Gino Gregnanin per la Uil.

L’elenco presentato è lungo e dagli incontri con il Governo non ci sono proposte concrete, tant’è che le Organizzazioni Sindacali, oltre ad essere state convocate all’ultimo momento, alla convocazione non c’era neppure il decreto.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6

Quelli discussi ieri sono i problemi irrisolti da anni (adeguamenti salariali e delle pensioni ecct.) e quindi al sindacato non resta che tornare sulle piazze, come ha deciso di fare in questo mese di maggio. Alla forza del sindacato andrebbe però unito il peso della società civile e delle civiche amministrazioni ma, queste ultime, solo alcune hanno aderito. Per il Polesine, dove l’invecchiamento è un dato certificato, serve invece una cabina di regia per dare sostanza all’ultima opportunità rappresentata dal Pnrr. 

Servono strategie mirate per i servizi socio-sanitari e lagovernancelocale, politiche giovanili che rendano più attrattivo il territorio, contrastando così l’inarrestabile declino della popolazione polesana.

Di conseguenza sono state preannunciate altre assemblee unitarie con precise proposte per far uscire il Polesine da questa fase di difficoltà, anche in merito all’esodo di molti giovani che dovrebbero essere le basi per il futuro.

La sera stessa un analogo incontro si è tenuto alle 21 alla Gran Guardia di Rovigo e mercoledì 10 sarà la volta di Adria.

Molto buona è stata la partecipazione all’assemblea unitaria di Badia. 

Ugo Mariano Brasioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie