Lusia, open day per la scelta delle scuole

Il Comune dà un cospicuo contributo per corsi e attività extracurricolare. L’assessore Battistella: “Particolare attenzione ai soggetti fragili”

LUSIA (Rovigo) – E’ iniziato il periodo dell’Open Day nelle scuole dell’istituto Comprensivo di Lendinara e Lusia e il polo scolastico unico La Fenice di Lusia apre le porte alle famiglie per illustrare la propria offerta formativa e didattica e le iniziative proposte dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione di Lusia.

Questi gli appuntamenti: Scuola dell’Infanzia De Amicis, Mercoledì 6 dicembre 2023 dalle ore 16.30 alle ore 18.30, Sabato 13 gennaio 2024 dalle ore 9.30 alle ore 11.30; Scuola Primaria Pighin, Sabato 2 dicembre 2023 dalle ore 9.30 alle ore 11.30, Giovedì 11 gennaio 2024 dalle ore 17.00 alle ore 18.00; Scuola secondaria di primo grado E.Fermi, Sabato 2 dicembre 2023 dalle ore 11.30- 12.30 anche per presentare l’offerta di indirizzo musicale. Gli insegnanti sono disponibili poi in altre date su appuntamento per colloqui e per far visitare gli ambienti.

L’impegno del Comune di Lusia per le scuole è da sempre significativo ed attento sia dal punto di vista economico sia nelle proposte progettuali per cercare di andare incontro alle esigenze prima di tutto delle famiglie e per aiutare gli istituti scolastici di ogni ordine e grado del proprio territorio, comprese le due scuole dell’infanzia paritarie, a garantire una più varia offerta formativa extra curricolare.

Per quest’ultime, San Giovanni Bosco di Lusia e G.Marchiori di Cavazzana l’amministrazione ha deciso di sostenere completamente i costi di alcuni progetti dalle stesse programmati per alleggerirne le spese altrimenti a carico delle famiglie, mentre la scuola dell’infanzia statale De Amicis ha usufruito di un corso di inglese molto apprezzato dai bambini e, per tutto l’anno scolastico, potrà usufruire del trasporto gratuito garantito dall’amministrazione comunale per le tante uscite didattiche nel territorio.

Anche la scuola Primaria O.Pighin ha scelto di destinare il sostegno economico del Comune al noleggio del pullman per la gita di plesso che tradizionalmente viene organizzata dagli insegnanti. 

Più articolata invece l’offerta pensata per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado E.Fermi , da alcuni anni organizzata come istituto ad indirizzo musicale, che garantisce l’approccio sia allo studio dello strumento (violino, chitarra e pianoforte) che alla musica di insieme. 

Interessante il progetto di percussioni già avviato per sensibilizzare gli alunni delle classi prime dell’ICS di Lendinara e Lusia al tema della diversità e dell’inclusione, in collaborazione con la Fondazione Franchin di Montagnana e il Rotary Club Badia-Lendinara; le lezioni si svolgono presso la scuola sec. di primo grado A,Mario di Lendinara e i ragazzi di Lusia usufruiscono del trasporto gratuito cosi come per le lezioni di musica.  

Durante quest’anno scolastico a Lusia verrà riproposta l’esperienza del laboratorio di educazione-teatro per sensibilizzare gli studenti su temi di attualità come il disagio giovanile o il bullismo, un progetto a cui anche il Comune tiene molto per la sua valenza dal punto di vista educativo, psicologico e di sviluppo della personalità degli studenti per cui ne sostiene interamente i costi, cosi come per altri temi attuali, come la prevenzione della violenza di genere e la tutela degli animali che sono stati oggetto di momenti di approfondimento in classe con la guida di una psicologa.

Il Comune sostiene inoltre la presenza di lettore madrelingua per favorire l’apprendimento delle lingue straniere, affiancando i percorsi Trinity già strutturati nell’ICS.

Infine, a breve si concretizzerà il progetto “Fermi giù per terra” per la creazione di un orto che verrà realizzato nel giardino del plesso scolastico e curato dai ragazzi; un modo anche per avvicinarli alla realtà produttiva più significativa del paese.

“Come ogni anno siamo lieti di offrire il nostro contributo affinché nelle nostre scuole si possano organizzare corsi e attività che arricchiscano l’offerta formativa ed educativa dei nostri studenti – afferma l’assessore Lorella Battistella -. Abbiamo destinato quasi 10mila euro per questi progetti che includono musica, teatro e lingua straniera. Ma la nostra attenzione è indirizzata principalmente sui soggetti più fragili; a loro vengono garantiti percorsi di sostegno con la collaborazione di cooperative certificate ed altre attenzioni, come ad esempio il recente bonus trasporto per coloro che non utilizzano il trasporto scolastico (già concesso gratuitamente), fino alle scuole secondarie di secondo grado.

Tra i servizi proposti, si ricorda l’avvio dell’attività del pre-scuola per dare la possibilità alle famiglie interessate di chiedere l’orario di ingresso anticipato per i loro figli.

“Questo servizio – spiega l’assessore Battistella – da quest’anno viene organizzato in collaborazione con il locale Centro Parrocchiale che mette a disposizione due dei suoi giovani animatori per accogliere e sorvegliare gli alunni che accedono alle lezioni in anticipo. Questo permette alle famiglie interessate di avere un servizio a costi più contenuti rispetto agli scorsi anni quando ci si doveva avvalere di cooperative esterne. Siamo felici di aver trovato una soluzione per rispondere alle necessità delle famiglie ed anche per trovare nuove modalità di collaboroazione  tra gli enti del territorio”.

Per chi fosse interessato all’ingresso anticipato può rivolgersi alla segreteria didattica dell’Istituto Comprensivo, acquisendo i moduli sul sito o presso gli Uffici dei Servizi Sociali del Comune di Lusia, mentre per chi fosse interessato al “doposcuola e sostegno ai compiti”, è possibile avvalersi delle proposte delle due scuole paritarie, che operano in sinergia con le scuole statali del comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie