M5S Rovigo: Alla futura giunta il bando per l’illuminazione pubblica

Per il Movimento 5 Stelle di Rovigo l'acquisto fatto dal centrodestra in Consip è costato il 30% in più del prezzo di mercato. Non si dovrà sbagliare ancora

ROVIGO – Sarà un affare milionario, probabilmente di lunga durata, capace di sopravvivere ad una o due consiliature. Il Movimento 5 Stelle di Rovigo, che si presenta in coalizione per la rielezione a sindaco del candidato Edoardo Gaffeo, accende i riflettori sulla illuminazione pubblica cittadina ed assicura trasparenza, correttezza e attenzione, ovvero la ricetta per una buona gestione dei soldi dei cittadini.

“L’anno scorso è scaduto il contratto decennale per la gestione dell’illuminazione pubblica, sottoscritto nel 2013 dalla giunta di centrodestra di Bruno Piva, con l’azienda Consip del Ministero dell’Economia e delle Finanze – ricordano i Cinquestelle – Altra scelta politica che ha comportato più costi che benefici per le casse comunali, quindi per le tasche dei cittadini: I costi per ogni singolo punto luce (e Rovigo ne ha più di 10 mila) ammontavano a 140€.

Tanto? Poco? La media dei canoni di mercato delle gestioni in essere nel territorio polesano per Comuni che non hanno aderito alla convenzione Consip era di 110€. Il 30% in meno per gli altri, o il 30% in più per noi, dipende da dove la si guarda.

Risultato? A Rovigo 300 mila euro in più all’anno da spendere per l’illuminazione. E qualità del servizio discutibile. Circa 3 milioni di euro in più, sprecati fino ad oggi. Soldi che avrebbero potuto essere investiti in manutenzione di strade, marciapiedi, parchi, nella nostra città ci sarebbe solo l’imbarazzo della scelta.

Attualmente, vista la caduta anticipata dell’amministrazione Gaffeo siamo in fase di gestione diretta, ma la prossima amministrazione dovrà procedere a scegliere il nuovo gestore. Sarà necessario valutare attentamente le proposte delle aziende che finora hanno manifestato interesse a gestire il servizio, analizzando costi e qualità che vengono offerti.

I rodigini, fino ad ora, per scelte sbagliate hanno pagato caro, il Comune che rappresenta la casa dei cittadini deve avere i muri trasparenti, vogliamo che non vengano commessi ancora gli errori del passato, e il nostro impegno a fianco del candidato sindaco Gaffeo sarà quello di vigilare con attenzione per evitare sprechi con risorse pubbliche.

In campagna elettorale si fa presto a dire che si ama la nostra città, ma il vero amore lo si dimostra dall’attenzione alle scelte che comportano costi per la collettività. Auspichiamo ci sia la stessa “coscienza critica”, che richiama attenzione per i cittadini, anche negli altri schieramenti, anche se finora è stato dimostrato il contrario” conclude il Movimento 5 Stelle di Rovigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie