Maltempo. Fino a venerdì stato di attenzione

Domani, dopo una temporanea attenuazione e diradamento delle precipitazioni nella mattinata salvo locali fenomeni più significativi sulla pianura orientale

VENEZIA – Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha emesso un avviso di criticità idrogeologica ed idraulica di aggiornamento, valido fino alle ore 14.00 di venerdì 17 maggio. 

Le previsioni meteo di Arpav indicano probabili forti rovesci anche ripetuti e qualche temporale intenso specie sulla pianura nella seconda parte della giornata di oggi. 

Domani, dopo una temporanea attenuazione e diradamento delle precipitazioni nella mattinata salvo locali fenomeni più significativi sulla pianura orientale, nella seconda parte della giornata probabile ripresa dell’instabilità fino a tempo perturbato con precipitazioni diffuse con rovesci e temporali. 

Possibili temporali intensi tra Prealpi e pianura, non esclusi localmente anche persistenti specie su pianura centro-orientale con quantitativi puntuali anche abbondanti. Diradamento e attenuazione dei fenomeni dalla sera.

Rispetto a ieri dunque, confermata l’allerta gialla per criticità idrogeologica e idrogeologica per temporali in tutti i bacini idrografici del Veneto, ad eccezione dell’Alto Piave Bellunese.

È stato dichiarato anche lo stato di attenzione (allerta gialla) per criticità idraulica nei bacini Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; Basso Brenta -Bacchiglione; Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna; Livenza, Lemene e Tagliamento. Lo scenario di rischio idraulico ordinario su questi ultimi due bacini è previsto dalle ore 8.00 del 16 maggio 2024.

Nelle zone in allerta idraulica è previsto l’innalzamento dei livelli dei corsi d’acqua principali, con probabile superamento della prima soglia idrometrica generalmente contenuto all’interno dell’alveo. 

Possibile innesco di frane superficiali e colate rapide sui settori montani, pedemontani e collinari delle zone in allerta; possibile innalzamento dei livelli della rete idrografica secondaria e rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque piovane con allagamenti di locali interrati e/o sottopassi. Per le zone in allerta idrogeologica per temporali lo scenario sarà caratterizzato da fenomeni intensi e in rapida evoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie