Mentre cresce la generosità torna un gol per la ricerca

3^ trofeo a favore della Lega Italiana Fibrosi Cistica a Badia Polesine (Rovigo), alla presentazione sono intervenuti anche il delegato del Coni provinciale e della Figc 

BADIA POLESINE (Rovigo) – Nella sala consiliare del Municipio, giovedì 11 maggio, si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione del 3^ trofeo un “Un goal per la ricerca” a favore della Lega Italiana Fibrosi Cistica, nel consueto clima di collaborazione fra istituzioni ed aziende. Erano presenti il Sindaco Giovanni Rossi, l’assessore allo sport Stefano Baldo, l’assessore alla cultura Valeria Targa e l’assessore alle attività produttive Mariagrazia Ragazzini.

Anche quest’anno è intervenuto il dott. Marco Cipolli che dirige il centro fibrosi cistica regionale veneto con presso l’Ospedale di Borgo Trento in Verona, che ha reso noto i progressi della ricerca ringraziando per quanto nel corso dell’anno viene fatto per aiutare loro medici e i ricercatori. Grazie alla loro ricerca si sta cercando sono in corso diversi studi per cercare di risolvere anche le mutazioni Stop. Alla presentazione sono intervenuti anche Lucio Taschin referente Coni provinciale, Luca Pastorello referente Figc provinciale.

Slide 1
Slide 2
Slide 3
Slide 4
Slide 5
Slide 6
Slide 7
Slide 8

Marianna Milan e Luca Bedendo, in primis, hanno fatto un excursus delle varie attività svolte nel corso degli anni, spiegando nello specifico appuntamento ludico-benefico che inizierà alle ore 18 del 26 maggio. Il torneo di calcio a cinquevedrà impegnate nell’impianto Caenazzo in via Migliorini dodici realtà imprenditoriali di Badia Polesine: Abafoods, Bedendo Prefabbricati, Errebi technology, Idb Borsari, Ire Impianti, Fin Technologies, My way bar, Publix P18, New stamp, Saica pack, Rpm e Zhermack.

L’Amministrazione comunale, con gli interventi del sindaco Giovanni Rossi e dell’assessore Stefano Baldo, ha richiamato l’attenzione sul fatto che “Questi non sono eventi pubblicitari ma occasioni per diffondere la conoscenza della problematica, grazie ai Bedendo che ci spronano a continuare”.

Per le aziende il dott. Paolo Ambrosini di Zhermack con parole molto toccanti ha esaltato quanto sia importante conoscere i progressi della ricerca confermando l’impegno sociale di Zhermack, cosi come delle altre aziende coinvolte, che si adoperano per senso civico e cura del territorio, a questa e ad altre manifestazioni per il benessere della collettività.

Il presidente dell’Us Badia, Michele Battaglia, ha invece sottolineato come sia un onore non retrocedere mai nell’impegno e nella raccolta fondi, che ancora una volta ha superato le aspettative, infatti a quanto già raccolto si sommano gli 8.200 euro della campagna uova di pasqua.

L’azienda promotrice “Bedendo Prefabbricati”, da sempre in prima linea in questa solidarietà, ha colto l’occasione per ringraziare l’Us Badia Polesine per l’impegno costante e, naturalmente, tutti coloro che hanno contribuito nella sensibilizzazione e nella raccolta fondi per aiutare la ricerca a sconfiggere definitivamente questa grave malattia.  

Ugo Mariano Brasioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

Ultime notizie