No alle trivelle, convegno del Pd a Taglio di Po

Sabato 3 febbraio a partire dalle 10.45, i dem accoglieranno diversi esponenti regionali e nazionali per ribadire la contrarietà a nuove estrazioni 

ROVIGO – Si terrà sabato 3 febbraio il convegno dedicato al futuro energetico del Polesine organizzato dal Partito Democratico Provinciale presso la Sala Falcone di Taglio di Po. 

A partire dalle 10.45, i dem accoglieranno diversi esponenti regionali e nazionali per ribadire il “no” alle trivelle e ripercorrere i molti contributi che Rovigo ha dato e continua a dare per alimentare l’Italia intera.

“Parlare di trivelle è anacronistico – afferma Angelo Zanellato, segretario provinciale – Siamo nel 2023. Per anni il Polesine ha prodotto energia che ha alimentato tutta Italia attraverso la centrale di Polesine Camerini. Poi abbiamo ospitato un rigassificatore, ora in fase di ampliamento. Come se non bastasse, abbiamo una forte produzione di energia solare. Questo è un testamento del nostro impegno, anche a fronte di quasi nessun riconoscimento o vantaggio. Accettare le trivelle, che rischiano di distruggere il delicato equilibrio naturale della nostra provincia, è fuori discussione”.

Oltre a Zanellato interverranno Annalisa Corrado, responsabile nazionale democratica per conversione ecologica, clima, green economy e Agenda 2030, Davide Marangoni, consigliere comunale di Taglio di Po e Matteo Favero, responsabile per l’ambiente del PD Veneto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie